Allarmi Siam Fascisti Scarica

Allarmi Siam Fascisti Scarica allarmi siam fascisti

All'armi! All'armi! All'armi siam fascisti terror dei comunisti. E noi del Fascio siamo i componenti la causa sosterrem fino alla morte e lotteremo sempre forte forte. Raccolta numerosissima delle Canzoni Fasciste dell'epoca di Benito Mussolini durante il ventennio Fascista come Faccetta Nera e Allarmi siam Fascisti. Listen All'armi siam fascisti mp3 songs free online by. Download All'armi siam fascisti on Hungama Music app & get access to Era fascista unlimited free songs,​. Gli scarica due colpi in testa. di condanna, presto domato da poche voci che intonano il ritornello “All'armi! All'armi! All'armi siam fascisti terror dei comunisti. si può scegliere l'opzione (Save) per scaricare il file nella cartella desiderata. All'armi! All'armi siam fascisti; terror dei comunisti. E noi del Fascio siamo i.

Nome: allarmi siam fascisti
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 49.43 MB

All'armi o fascisti! Noi del Fascismo siamo i componenti, la causa sosterrem fino alla morte, e lotteremo sempre forte forte finché terremo il nostro sangue in cor. Sempre inneggiando, la Patria nostra noi tutti uniti difenderemo che ad uno ad uno sterminerem. Lo scopo nostro tutti noi sappiamo: combatter con certezza di vittoria.

E questo non sia mai sol per la gloria, ma per giusta ragion di libertà. I bolscevichi che combattiamo Noi saprem bene far dileguare, e al grido nostro quella canaglia dovrà tremare, dovrà tremar!

Del bolscevismo siamo gli avversari perchè non voglion Patria nè Famiglia, perchè sono rifiuti e fanghiglia che disprezzando noi dobbiam scacciare.

Sempre gridando "Viva l'Italia" e abbasso tutti i suoi rinnegatori, in alto, in alto il tricolor che sarà sempre il nostro amor.

Menu di navigazione

Vittoria in ogni parte porteremo, perché il coraggio a noi non mancherà. E grideremo sempre forte forte, e sosterrem la nostra causa santa.

In guardia, amici, che in ogni evento noi sempre uniti tutti saremo, finché la gloria di noi fascisti in tutta Italia trionferà! Finché la gloria di noi fascisti in tutta Italia trionferà!

Mezzo secolo fa si facevano sedute spiritiche per chiamare in vita l'anima di Mussolini e si trafugava la tomba del Duce; oggi lo spiritismo non è medianico ma è mediatico, basta una chiavetta e puoi collegarti con l'altro mondo in un'operazione nostalgia che non compromette nessuno e non costa nulla. Al più 79 centesimi, meno di un caffè al bar.

Quello è il costo, ad esempio, del programma iMussolini ideato da un giovane intraprendente napoletano, Luigi Marino, che permette di scaricare discorsi e performance del Duce.

Non certo gli ultimi reduci del fascismo e i vecchi militanti del neofascismo, ma ragazzi, magari di quelli che usano l'iPhone dell'Apple e ignorano la storia.

Allarmi, siam fascisti! Ovvero “Compagni che sbagliano”

A dir la verità in questa ondata mussoliniana non mancano pure insospettabili signori di mezza età che hanno display fascisti sui loro pc e sui loro telefonini, che hanno suonerie del tipo giovinezza o faccetta nera o che ostentano testoni del Duce sulla scrivania, cimeli fascisti e calendari mussoliniani, del e non del , alle loro spalle. Mi dispiace dirlo, ma i discorsi più scaricati dal web non sono quelli di Moro, De Gasperi e Togliatti, ma di Benito Mussolini.

Nessuno degli e-fascisti o i-mussoliniani tra quelli che ho conosciuto ha precedenti neofascisti e a volte nemmeno d'impegno politico in senso lato.

Lo fanno per civetteria, per spiritosaggine, per curiosità, per estremo machismo, per l'inguaribile tentazione di violare il tabù, l'angolo buio e nascosto, il Demonio o il Male Assoluto, come ha detto un suo ex beneficato; insomma il Maledetto nazionale per antonomasia.

Hanno dovuto perfino escludere il Duce dal sondaggio Rai-Eurisko sul più grande italiano perché si aveva il fondato sospetto che avrebbe scalato i vertici della classifica e rubato il posto a Dante e alla Pausini, in cima alle preferenze.

ALL'ARMI [INNO UFFICIALE DEI FASCISTI]

Ora che il fascismo è stato sterilizzato e ridotto ad un programma da scaricare sul web e non sulla pelle degli italiani, possiamo pure domandarci il perché di quel fascino, oltre il gusto del proibito. È l'orfanità dei simboli e dei miti, la voglia di uscire, almeno nell'ora della ricreazione, dalla cronaca e dall'ordinaria amministrazione per entrare nell'epica storica, seppure attraverso il portone della tragedia.

E non si rimedia al fenomeno negandolo o semplicemente vituperandolo. Bisogna invece capire da quali mancanze del presente sorge, da quali miserie e piccinerie dell'oggi trae alimento, in quali paragoni indecenti trova spunto e su quali bisogni frustrati, negati o criminalizzati, si fonda.

Musiche fasciste sulle piste, denunciato il responsabile

Qualche sera fa ero a cena da persone che conosco da anni e che ricordavo apolitiche e refrattarie ai tempi delle ideologie. La colonna sonora della cena è stato un cd che alternava canzoni fasciste a canti comunisti, bandiere rosse e canti dell'internazionale a inni del Duce e canti nazionalisti, canzoni falangiste a canti di liberazione sudamericana.

Erano belle, maledizione, ti entravano dentro, ti riempivano il cuore di una strana animazione. Romanticismo politico, visione estetica e musicale del mondo e della vita.