Come Liberare Tubi Di Scarico

Come Liberare Tubi Di Scarico come liberare tubi di scarico

Tubi intasati? Prima che la situazione peggiori e causi spiacevoli inconvenienti, ecco come sturare gli scarichi in modo corretto da ingorghi e calcare. Come sturare i tubi di scarico usando rimedi naturali ed evitare di chiamare l'​idraulico. Lavandino otturato o scarico della doccia intasato? In alcuni rari casi, ci potrebbe essere un'ostruzione perfino nel tubo di sfiato, I prodotti chimici per liberare gli scarichi spesso contengono soda caustica e altri. Capita spesso che il lavabo di casa s'ingorghi proprio a causa di residui di cibo e di sporco, che vanno ad insediarsi nei tubi di scarico. Come sturare e gli scarichi e i lavandini senza ricorrere ai prodotti convenzionali​? soluzioni che di solito si utilizzano per sgorgare gli scarichi, come la Versate due cucchiai di soda lungo i tubi di scarico, fate seguire da.

Nome: come liberare tubi di scarico
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 39.66 MB

Con questa guida ti mostreremo tantissimi modi per sturare il lavandino con metodi naturali. Utilizzeremo prodotti semplici, a basso costo, come soda, aceto, bicarbonato, coca cola e sale. Se hai già provato a liberare lo scarico otturato con lo sturalavandini puoi provare con altri metodi, ad esempio con sale e bicarbonato. Questo rimedio consiste nel creare un composto di sale grosso e bicarbonato di sodio in pari quantità.

In pochi minuti lo scarico tornerà libero e pulito.

'+nodupH1.html()+'

Sul mercato sono disponibili diversi rimedi chimici. Tra questi molti sono acidi e per il loro utilizzo è necessario verificare che i componenti non vadano a danneggiare il materiale dello scarico.

In ogni caso, è sempre raccomandato seguire attentamente le indicazioni presenti sull'etichetta ed indossare per precauzione un paio di guanti di gomma per evitare lesioni della pelle. Tra i prodotti più efficaci va menzionata anche la soda caustica, da maneggiare con molta attenzione vista la sua azione altamente ustionante.

Ma come utilizzare i vari rimedi? Quello più semplice da maneggiare è senza dubbio lo sturalavandino a ventosa ed è a lui che pensiamo ogni volta che lo scarico si ostruisce e dobbiamo intervenire.

Prima di applicarlo nel lavello infatti è necessario togliere l'eventuale acqua stagnante e farne scorrere un po' dal rubinetto per favorire l'emersione di eventuali oggetti e sporcizia più superficiali. Dopo aver eliminato di nuovo l'acqua, poi, bisognerà chiudere perbene il piccolo foro presente sull'estremità del lavello in corrispondenza del rubinetto utilizzando un semplice pezzetto di stoffa.

A questo punto, potremo appoggiare la ventosa sul buco facendola aderire bene e muovere lo sturalavandino su e giù. Fatto questo, dovremmo far uscire fuori tutto quello che finora aveva otturato il lavandino e rimuoverlo con l'aiuto di un po' di carta. Disponibile nei ferramenta , questo attrezzo deve essere inserito direttamente nello scarico fino a quando non risulti bloccato.

Successivamente, basterà far ruotare il manico per rompere e far scorrere via agevolmente il materiale che ha causato l'ostruzione. Ancora più semplice nell'utilizzo e dall'azione immediata è la pistola ad aria compressa.

È già stata condivisa e testata migliaia di volte! Bicarbonato e aceto Il procedimento è semplicissimo: versate nello scarico 60 grammi di bicarbonato, seguiti da circa ml di aceto. Dopo 5 minuti risciacquate et voilà: il vostro problema sarà risolto!

Usa Il caro vecchio sturalavandini

Questo è il metodo più veloce, che se utilizzato spesso vi eviterà i prossimi due. Versatene mezzo bicchiere nello scarico della doccia, seguito da mezzo bicchiere di bicarbonato e circa 1 litro di acqua bollente.

Lasciate agire a lungo e risciacquate abbondantemente. Sale e bicarbonato Questo metodo non è adatto alle tubature più vecchie, perché potrebbe rovinarle.

È invece molto efficace in sistemi più recenti. Versate 4 cucchiai di sale grosso, 4 cucchiai di bicarbonato e 1 litro di acqua bollente: lasciate agire a lungo e risciacquate con cura.