Impianto Di Scarico Veicoli Elettrici

Impianto Di Scarico Veicoli Elettrici impianto di scarico veicoli elettrici

L'impianto di scarico dei veicoli elettrici necessita di manutenzione più frequente rispetto a quello dei veicoli con motore a scoppio, F. Fuori dei centri abitati. L'impianto di scarico ha lo scopo di ridurre la rumorosità e l'inquinamento atmosferico prodotti dai veicoli a motore. Esso, infatti, convoglia i gas di scarico verso l'. l'impianto di scarico dei veicoli elettrici necessita di manutenzione più frequente rispetto a quello dei veicoli con motore a scoppio - fuori dei centri abitati. L'impianto di scarico dei veicoli elettrici necessita di manutenzione più frequente rispetto a quello dei veicoli con motore a scoppio. La risposta é FALSO. Elementi costitutivi del veicolo, manutenzione ed uso, stabilità e tenuta di strada, L'impianto di scarico dei veicoli elettrici necessita di manutenzione più.

Nome: impianto di scarico veicoli elettrici
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 41.47 MB

Foto: ECOdolomites www. Ma quali alternative esistono alle normali auto benzina o diesel? La quantità di CO2 emessa è proporzionale alla quantità di carburante bruciata nel motore — meno consumo di carburante equivale quindi a minori emissioni di CO2.

I motori diesel hanno una maggiore efficienza e un minore consumo di carburante per chilometro rispetto ai motori a benzina, ed emettono quindi meno CO2 rispetto a questi ultimi. Tuttavia, i motori diesel producono maggiori quantità di azoto e polveri sottili, soprattutto nel caso in cui il veicolo non sia dotato di filtro antiparticolato. Chi possiede un veicolo a motore diesel che non monti un filtro antiparticolato dovrebbe quindi cambiare auto al più presto! Ma altri veicoli a propulsione alternativa producono ancor meno emissioni e gas di scarico.

impianto di scarico - quiz patente

I motori elettrici a controllo elettronico sono in grado di erogare la coppia massima anche a treno fermo. A differenza dei motori a combustione interna, di solito non richiedono un cambio manuale e possono accelerare fortemente già a basse velocità.

I motori elettrici sono più silenziosi dei motori a benzina o diesel, quasi privi di vibrazioni e non emettono gas di scarico nocivi. Il risparmio di peso dovuto all'eliminazione dei vari componenti motore, cambio, serbatoio del motore a combustione interna è compensato dal peso relativamente elevato degli accumulatori. I veicoli elettrici sono quindi generalmente più pesanti dei corrispondenti veicoli con motore a combustione interna.

In passato, i veicoli elettrici avevano un corto raggio d'azione con una sola carica della batteria. Al fine di aumentare ulteriormente la gamma dei veicoli elettrici, a volte vengono utilizzati dispositivi aggiuntivi di solito sotto forma di motore a combustione interna per generare elettricità. A tal fine occorre dotarsi di un sofisticato sistema di Thermo Management.

Auto elettrica e manutenzione: cosa cambia per automobilisti e riparatori?

Impianto frigorifero o raffreddamento diretto della batteria Circuito frigorifero Il circuito dell'impianto frigorifero è costituito dai componenti principali: condensatore, evaporatore e unità batteria celle batteria, piastra di raffreddamento e riscaldatore elettrico ausiliario.

Viene alimentato dal circuito frigorifero dell'impianto di climatizzazione e controllato separatamente tramite valvole e sensori di temperatura. La descrizione del funzionamento dei singoli componenti è riportata nella spiegazione del sistema di raffreddamento e refrigerazione b.

Circuito di raffreddamento e refrigerazione o raffreddamento indiretto della batteria Circuito di raffreddamento e refrigerazione Più potenti sono le batterie, più è necessario che il circuito di raffreddamento e refrigerazione sia complesso.

L'intero sistema di raffreddamento è suddiviso in diversi circuiti, ciascuno con il proprio radiatore radiatore a bassa temperatura , pompa del refrigerante, termostato e valvola di intercettazione del liquido di raffreddamento. Il circuito frigorifero dell'impianto di climatizzazione è integrato anche attraverso uno speciale scambiatore di calore chiller.

Un riscaldatore del liquido di raffreddamento ad alta tensione garantisce un sufficiente controllo della temperatura della batteria a basse temperature esterne. Se le temperature sono troppo basse, il liquido di raffreddamento viene riscaldato da un riscaldatore ausiliario ad alta tensione.

Quando invece le temperature sono troppo alte, il liquido viene raffreddato mediante un radiatore a bassa temperatura. Il refrigerante dell'impianto di climatizzazione che attraversa il chiller raffredda ulteriormente il liquido di raffreddamento circolante anch'esso attraverso il refrigeratore. L'intero ciclo di regolazione della temperatura avviene mediante l'ausilio di singoli termostati, sensori, pompe e valvole.

Dabei unterteilt sich das gesamte Kühlsystem in mehrere Kreisläufe, welche hier genauer erklärt werden.

Impianto di scarico

Descrizione dei componenti CHILLER Il chiller è uno speciale scambiatore di calore collegato sia al circuito di raffreddamento sia a quello del refrigerante che permette di ridurre ulteriormente la temperatura del refrigerante nell'impianto di climatizzazione. A tale scopo, il liquido refrigerante di un circuito secondario passa attraverso le piastre di raffreddamento della batteria.

Dopo l'assorbimento del calore, il liquido di raffreddamento viene raffreddato alla temperatura iniziale in un chiller.

Non dovrai più preoccuparti di: filtri dell'aria, carburante, olio, raffreddamento del motore, candele di accensione, impianto dei gas di scarico e frizione.

La manutenzione risulterà notevolmente ridotta anche perché vengono impiegati motori sincroni a corrente alternata, privi quindi di contatti a scorrimento. Le auto elettriche, inoltre, non necessitano del cambio manuale.

THERMO MANAGEMENT NEI VEICOLI ELETTRICI ED IBRIDI

Guidare senza pensieri è finalmente possibile? Meno componenti, meno manutenzione Di solito i freni devono essere manutenuti con una certa assiduità.

Il motivo è che quando vengono azionati i freni della vettura, l'energia cinetica si trasforma in energia elettrica e il sistema di recupero dell'energia agisce come freno motore, riducendo il sollecito del sistema frenante e quindi l'usura. Come per le auto con motore a combustione, anche per le elettriche bisogna controllare periodicamente lo sterzo, il climatizzatore, i cerchi e gli pneumatici. Tuttavia, rispetto alle vetture tradizionali, le elettriche necessitano di un attento controllo dello stato della batteria, della presa di ricarica e dei collegamenti dei cavi.

Le modalità di ricarica sono fondamentali per garantire la lunga durata della batteria, infatti è sempre preferibile ricaricarla da casa con la corrente alternata, piuttosto che una da colonnina di ricarica rapida a corrente continua. La batteria è il componente di ricambio più costoso dell'auto, per questo conviene trattarla con la massima cura.

Anche gli pneumatici necessitano di una particolare attenzione.