Programma Cmaps Scaricare

Programma Cmaps Scaricare programma cmaps

Scarica l'ultima versione di CmapTools: Programma per la realizzazione di mappe concettuali per organizzare a livello grafico qualsiasi lavoro o attività. Per ispirarsi, consigliamo di dare un'occhiata alle mappe condivise in rete dagli autori del programma, facilmente scaricabili direttamente dall'interfaccia di. Questo programma ha la capacità di organizzare numerosi progetti per risparmiare e il suo unico punto debole sta nella relativa lentezza del server CMap. Il cambiamento sarà effettivo solo dal successivo riavvio del programma. Dalla finestra Views si accede alla cartella delle mappe del computer locale (My CMaps). CmapTools è un programma per creare mappe concettuali. un'occhiata alle mappe condivise in rete, accessibili direttamente dall'interfaccia del programma.

Nome: programma cmaps
Formato:Fichier D’archive (Programma)
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 15.21 Megabytes

Possono qui spostarle successivamente tra nella cmap scaricare gratis Server. Offrono spunti originali fanno ampio uso caratteristiche cmap scaricare gratis Keep Touch We re constantly Vessoft.

Togliendo spunta Fondi solo se Questa limitazione applica anche alla visualizzazione gratks. Help cmap scaricare gratis cmmaptools free. Questo metodo permette a chi possiede valutazioni uno disegnare cui organizzare meglio progetti. Risulta complicato esporre conviene adottare.

Trascinare la linea con la freccia su un concetto per connetterlo al nodo di partenza. La linea di collegamento apparirà posizionata sotto agli altri oggetti. Cliccare col tasto destro la linea che deve essere curvata. Selezionare Formato Linea Si aprirà la scheda di dialogo Linea della finestra Stili.

Cliccare col sinistro sul pulsante Forma per far apparire le diverse opzioni di curvatura disponibili. Nel nostro esempio sceglieremo l'opzione "Traccia linea Bezier a 4 punti di snodo", per dare una fine curvatura alla linea.

Ritornando alla mappa si noterà una piccola casella bianca al centro della linea selezionata e da curvare.

FreeMind (Windows/OS X/Linux)

Questo quadratino consiste in realtà di due punti maniglia, sovrapposti, che possono essere spostati col puntatore del mouse nella posizione desiderata, determinando diverse forme di curvatura.

Ora trascinare l'altra maniglia per completare la curvatura.

Una volta adattata la curvatura basta cliccare su una porzione libera della mappa per impostare la curva. Dalla finestra degli "Stili": Per curvare una linea di collegamento utilizzando una triangolazione regolabile, selezionare la linea stessa e cliccare sul bottone "Traccia linea di Bezier con 3 punti di snodo": Si formerà una singola maniglia al centro della linea di collegamento che, tramite il tasto sinistro, potrà essere trascinata nella posizione desiderata.

Una volta aggiustata la curvatura basterà cliccare su una qualsiasi porzione libera della mappa per impostare la curva. Dalla finestra "Stili": il pulsante Traccia curve Spline consentirà la creazione di una curva spostando direttamente la maniglia che in questo caso farà parte della stessa linea di connessione. Col tasto sinistro cliccare e trascinare la maniglia fino alla posizione desiderata, quindi cliccare in una posizione libera della mappa per accettare la curva ottenuta.

Dalla finestra "Stili": Per creazione di linee spezzate, o vettori, dopo aver selezionato la linea cliccare col sinistro sul pulsante Crea Vettori nella finestra "Stili". Quindi, col tasto sinistro, cliccare e trascinare il punto centrale esternamente, verso una posizione desiderata. Infine cliccare col tasto sinistro in una posizione libera della mappa per accettare la linea spezzata ottenuta. Per ottenere due maniglie scegliere prima il pulsante "Traccia linea di Bezier a 4 punti di snodo" e poi, sempre sulla linea selezionata, scegliere Crea Vettori.

Da una Cmap aperta: Si possono aggiungere altri punti di controllo ad una connessione non rettilinea cliccando col destro e selezionando Aggiungi Maniglia dal menu che appare. L'aggiunta di ulteriori snodi alle linee di connessione permetterà un controllo più accurato della loro forma. S possono curvare le linee di connessione in svariati modi tramite l'aggiunta di punti di controllo addizionali e utilizzando l'opzione Traccia curva Spline, dalla scheda di dialogo Linea della finestra "Stili".

Dalla finestra "Stili": Il pulsante Spessore Linea agisce sulla linea selezionata permettendo la scelta dello spessore. Osservando la mappa dopo il clic si noterà che lo spessore della linea è stato cambiato. Lo spessore predefinito, di un punto, potrà essere reimpostato agendo sul pulsante Spessore Linea dopo la modifica. L'impostazione predefinita dello stile è la linea continua, che potrà essere ripristinata agendo sullo stesso pulsante.

La visualizzazione della mappa permetterà di controllare l'effetto del cambiamento di stile prescelto.

Cambiare i Colori Da una Cmap aperta: è possibile modificare il colore di tutti gli oggetti di una Cmap, ad eccezione dell'icona del gruppo di collegamenti alle risorse, descritta nella sezione della guida: Trascinare Risorse.

Per cambiare il colore di una linea di connessione, selezionarla cliccando col tasto destro, quindi cliccare Formato Linea Maggiori informazioni sui diversi tipi di linee di connessione possono essere trovati nella sezione della guida Modificare Linee di connessione. Si aprirà la scheda di dialogo Linea della finestra "Stili".

Passando il mouse sopra al pulsante Colore si provocherà l'apertura di un riquadro che indica il tipo di oggetto su cui agirà il cambiamento di colore. Cliccando col tasto sinistro lo stesso pulsante Colore si otterrà invece una tavolozza di colori comuni selezionabili col mouse. Nessuno provocherà il cambiamento al colore trasparente. Cliccare su Altri Colori Il colore attualmente n uso appare nel pannello di Anteprima.

I colori del pannello precedentemente usati e selezionabili si trovano sulla destra, sotto l'intestazione Recent:. Un clic col sinistro sul tabulatore HSB nella parte alta della finestra consente di esplorare altre opzioni per la scelta del colore. Dalla finestra HSB aperta sarà possibile selezionare i colori attraverso la scelta del tono H della Saturazione e della luminosità B.

La scheda di dialogo RGB permette la scelta del colore attraverso l'aggiustamento della terna di valori di Rosso R , Verde G e Blu B , facendo scorrere i cursori orizzontali, gli indicatori numerici o tramite combinazioni di tali azioni.

Una volta scelto il colore visibile dal pannello di Anteprima , cliccare col sinistro il bottone OK e infine riscontrare il cambiamento dell'oggetto della mappa. Tornando alla mappa si noterà che gli oggetti selezionati avranno assunto il colore scelto. Da una Cmap aperta: è possibile cambiare in una sola azione il colore ad oggetti multipli della mappa.

Per selezionare più oggetti distanti occorre invece mantenere premuto il tasto Ctrl e cliccare ad uno ad uno tutti gli oggetti adiacenti e non che si vuol includere nella selezione. Alla sezione della guida Fondere e Nidificare i Nodi sono descritte modalità alternative di selezione degli oggetti delle Cmap.

Cliccando col tasto destro su un oggetto qualunque della selezione multipla si ottiene un menu su cui si clicca Formato dello stile Si aprirà un sotto-menu da cui scegliere, ancora col tasto sinistro, un tipo di oggetto che meglio rappresenta la selezione multipla nel caso, ad esempio, si siano selezionate solo linee di connessione, la scelta corretta sarebbe il comando Formato Linea Per modificare qualunque altro gruppo di oggetti, inclusi gruppi misti, con una varietà di oggetti della Cmap, selezionare Oggetto La finestra "Stili" si aprirà sulla scheda Linea o sulla scheda Oggetto, a seconda del sotto-menu scelto.

Una volta cliccato col sinistro il pulsante Colore, controllare la presenza di Colori Personalizzati. Cliccando col tasto sinistro un colore della tavolozza si modificheranno i colori di tutti gli oggetti selezionati.

Ritornando alla mappa tutti gli oggetti appartenenti al gruppo selezionato assumeranno il colore prescelto. Da una Cmap aperta: Per modificare il colore di un singolo concetto, selezionarlo con un clic del tasto destro, quindi cliccare col sinistro su Formato dello stile.

Si ottiene un sotto-menu da cui si sceglie Oggetto Si aprirà la finestra "Stili" con la scheda Oggetto in primo piano. Passando col mouse sopra al bottone Colore si forma un riquadro che indica quale porzione del concetto sarà influenzata dal cambiamento di colore. Quando si clicca col sinistro sul pulsante Colore, si possono notare colori addizionali sotto l'intestazione Colori Personalizzati precedentemente creati, ma non utilizzati per il concetto selezionato.

Per lo sfondo di un concetto si hanno a disposizione diverse possibilità: il pulsante Nessuno, la tavolozza dei colori base, gli eventuali Colori Personalizati Tornando alla mappa si constaterà che il concetto selezionato ha assunto il colore scelto.

Da una Cmap aperta: Per cambiare il colore del testo, cliccare col tasto destro un concetto, una frase legame o una selezione multipla di oggetti, quindi cliccare col sinistro Formato dello Stile.

Dal sotto-menu scegliere invece la voce Carattere Si aprirà la finestra "Stili" con la scheda dialogo del Carattere in evidenza. Cliccando col sinistro sul pulsante Colore Testo si avrà la possibilità di scegliere colori. Dopo aver selezionato un colore, ritornare alla Cmap per visualizzare il testo selezionato con i colori cambiati.

In tal caso occorre selezionare la porzione di testo da modificare, all'interno del nodo non sono possibili selezioni multiple. Da una Cmap aperta: To change the background color of a Cmap, select a concept or linking phrase by right-clicking it, then left-click Format Style. From the sub-menu, left-click the Cmap Per modificare il colore di sfondo di tutta la mappa, selezionare qualsiasi elemento della mappa col tasto destro, scegliere Formato dello stile.

Quindi dal sotto-menu cliccare col tasto sinistro la voce Cmap La finestra "Stili" si aprirà con la scheda dialogo Cmap in primo piano. Cliccare col tasto sinistro del mouse sul pulsante Colore Imposta colore di sfondo , il che permetterà di scegliere un colore per lo sfondo.

Dopo aver operato la selezione del colore, tornando alla mappa si visualizzerà il nuovo colore di sfondo. Cambiare i Font e le Dimensioni dei Caratteri Da una Cmap aperta: Per cambiare il tipo di carattere font e le dimensioni del testo, selezionare i concetti e le frasi legame, oppure la porzione di testo singolo carattere, parola o gruppo di parole , a cui si vuole applicare il cambiamento Le sezioni della guida e Cambiare i Colori e Fondere e Nidificare i Nodi illustrano varie modalità per effettuare selezioni multiple di oggetti della mappa.

Osservando la mappa si riscontrerà l'effetto dei cambiamenti di formato applicati al testo selezionato. Da una Cmap aperta: Per cambiare le dimensioni del margine tra il testo e il bordo del riquadro si selezionano prima i concetti su cui applicare la modifica. Quindi, dalla tabella Carattere della finestra "Stili", si inserisce un numero intero e positivo nella casella Margine diverso dal valore preimpostato. Visualizzando ora la mappa si osserverà come la distanza tra il testo e il bordo del riquadro è stata modificata.

Il valore numerico impostato blocca la dimensione minima possibile per il margine. Da una Cmap aperta: è possibile posizionare un testo in una qualsiasi posizione all'interno del riquadro, per mezzo di una combinazione di strumenti. Come esempio si inizierà illustrando le azioni possibili su un concetto contenente un'immagine di sfondo descritta nella sezione della guida Modificare Sfondi Aprire la finestra "Stili" con la scheda Carattere in primo piano.

Quando si usa un concetto con un'immagine di sfondo il margine dovrebbe essere impostato al valore 0 e il testo, se formato da più parole, dovrebbe essere distribuito su più righe per avere dimensioni inferiori a quelle dell'immagine. Per spostare il testo a una specifica distanza dall''estremità bassa o alta del riquadro, occorre innanzitutto posizionare In Basso o In Alto il testo, cliccando il pulsante opportuno di Allineamento Testo nella finestra Stili Carattere.

Analogamente, dopo aver spostato il testo a sinistra o a destra con i bottoni Sinistra o Destra della stessa sezione, si potrà muovere il testo orizzontalmente verso il centro del nodo tramite incremento graduale del valore del margine. Le seguenti immagini mostrano l'azione dei bottoni di allineamento orizzontale del testo a Sinistra, Centrato e Destra. Le seguenti immagini mostrano l'azione dei bottoni di allineamento verticale: In Alto, Al Centro e In Basso, sul testo di un concetto. Le seguenti immagini mostrano come ottenere lo spostamento del testo dalla posizione in alto a destra verso il centro del nodo, incrementando il valore di margine.

AREA DELLA DIDATTICA

L'illustrazione sottostante mostra l'effetto del formato minuscole. Dalla scheda Carattere della finestra "Stili" è possibile disporre di un insieme di caratteri matematici aggiuntivi.

Per rendere attivi e inseribili gli stessi caratteri occorre prima spostare il cursore di testo all'interno di un nodo concetto o frase legame , secondo la procedura seguente: Col primo clic del sinistro si seleziona il nodo.

Con un doppio clic sul testo si seleziona l'intero blocco di testo. Con un ulteriore clic si attiva il cursore lampeggiante nella posizione in cui si vuole inserire il carattere speciale.

Il carattere speciale, scelto dai gruppi della tabella, sarà aggiunto al punto di inserimento o andrà a sostituire i caratteri selezionati. Se si introducono i caratteri "Math Cad" per costruire sommatorie, frazioni, radici, potenze, pedici, ecc. Poiché in alcuni casi tali campi sono molto piccoli, per riconoscere meglio la posizione del cursore è consigliabile impostare una visualizzazione più ingrandita della CMap azione che non influirà sulle dimensioni effettive dei caratteri , oppure aumentare la dimensione del font ottenendo testo e formule effettivamente più grandi.

Altri caratteri non previsti da CmapTools possono essere reperiti e inseriti nel testo tramite la funzione mappa caratteri delle utilità di sistema. Aggiungere Frecce alle Linee di Connessione Da una Cmap aperta: con le frecce è possibile modificare l'evidenziazione direzionale nelle proposizioni. Per cambiare le impostazioni relative alla visualizzazioni delle frecce, si inizia col selezionare la le proposizione i.

Quindi si clicca sulla selezione col tasto destro e si passa su Formato dello stile e poi, nel sotto-menù, si clicca Formato Linea La sezione della guida Cambiare i Colori illustra i modi alternativi per selezionare gli oggetti della Cmap, incluse le linee di connessione.

Il primo concetto, da cui si deriva una proposizione, è inizialmente riconosciuto da CmapTools come concetto radice o generatore. Per ottenere che la le frase i legame legata e al concetto radice puntino al ai concetto i derivato i , cliccare col sinistro sul pulsante sotto indicato, nel settore Punte delle Frecce.

Osservando la mappa si constaterà che tutte le linee di connessione selezionate e modificate si doteranno di una freccia che dalla frase legame punta ai concetti derivati. Dalla finestra "Stili": Se si costruiscono proposizioni con prevalenza di diramazioni dall'alto verso il basso, è possibile richiedere che si formino le frecce solo verso quei concetti derivati che si trovano in posizioni laterali o più in alto rispetto alla frase legame.

Per creare questo tipo di frecce cliccare sul bottone sotto Punte delle Frecce come di seguito illustrato. Una volta attivata questa impostazione, le linee di connessione selezionate avranno frecce solo per le direzioni di lettura verso l'alto o laterali. La posizione verticale del concetto radice non influisce invece sulla visualizzazione delle frecce.

Dalla finestra "Stili" è possibile forzare la presenza di frecce sia alle linee di connessione del concetto radice alla frase legame, sia da questa al concetto derivato, cliccando il bottone sotto indicato. Il risultato è mostrato nell'immagine di destra. Evidentemente l'eliminazione forzata di tutte le frecce va usata solo quando non generi ambiguità nella lettura della Cmap.

Da una Cmap aperta: L'ordine con cui sono creati i concetti nel costruire le proposizioni influisce sulla direzione della linea di connessione riconosciuta da CmapTools anche in assenza di frecce. La finestra "Stili" si aprirà alla tabella Linea. Cliccando col tasto sinistro sul pulsante Inverti sotto l'intestazione Direzione Connessione si invertirà la direzione di puntamento della freccia.

Osservando la mappa si riscontra che le proposizioni che erano illogiche a causa della direzione errata delle frecce sono ora più sensate. Dalla finestra "Stili": Alcune relazioni tra concetti sono veicolate in modo più chiaro tramite soluzioni comunicative visuali non-standard. In tal caso potrebbe essere appropriato utilizzare frecce a due punte per rappresentare il carattere bidirezionale della relazione.

Per creare questo tipo di connessione sulle linee selezionate, cliccare col tasto sinistro il bottone di seguito illustrato, alla voce Direzione Connessione, con risultato mostrato accanto: Nell'esempio si sono escluse le frasi legame.

Tali raggruppamenti sono utili per inserire informazioni aggiuntive, facilmente accessibili tramite un clic su un concetto espandibile.

Cmap: come salvare le mappe sul server

Quindi si seleziona Nodo Nidificato Si forma un nuovo nodo che circonda o nidifica il gruppo di oggetti della mappa selezionato. Il nodo nidificato è inizialmente visualizzato in modalità espansa, inclusiva di tutti gli elementi raggruppati, e con una casella a due frecce sul lato destro. Più semplicemente basta un clic sulla casella a destra del nodo.

Il risultato sarà un nodo con dei punti interrogativi, dove poter scrivere un termine generale, come si farebbe per un normale concetto.

Il nodo nidificato si trova in tal caso nella modalità condensata, riconoscibile dalla presenza della casella a destra. Per individuare oggetti della CMap eventualmente coperti da un nodo nidificato nella modalità espansa, basta riportare tale nodo nella modalità condensata.

Per incorporare altri elementi della mappa principale in un nodo nidificato è sufficiente trascinare questi all'interno del nodo sia in modalità espansa che condensata e rilasciarveli, sempre mantenendo premuto il tasto maiuscole.

Pertanto se si sposta un concetto appartenente a un gruppo in un altro gruppo - tenendo il tasto maiuscole premuto - il concetto spostato non apparterrà più alla nidificazione originale, ma solo a quella in cui è stato trasportato.

Se uno o più concetti sono necessari in due diverse nidificazioni, essi possono essere condivisi escludendoli da entrambe, come mostrato nella seguente voce Escludi dal Gruppo. In alternativa è possibile fondere le due nidificazioni in una unica, comprendente i concetti condivisi voce Fondere Nodi Nidificati o creare una nidificazione di ordine superiore, con la medesima procedura descritta in Creare Nodi Nidificati, all'inizio di questa sezione.

Quando tutti i nodi si trovano in modalità condensata si ottiene una visualizzazione più chiara delle principali idee della Cmap. In alternativa è possibile selezionare gli elementi che si vuole escludere, cliccare la selezione col destro e poi col sinistro su Escludi selezione dal gruppo. Nel nodo nidificato resteranno solo quegli oggetti che non si è scelto di escludere. Contrariamente a quanto avviene rimuovendo del tutto i concetti col tasto Canc, l'azione di esclusione dalla nidificazione mantiene comunque intatte le proposizioni preservando, in particolare, le frasi legame.

Da una Cmap aperta: Si possono svincolare e restituire tutti gli elementi di uno o più nodi nidificati alla mappa principale, cliccando sulla loro selezione col tasto destro e selezionando Annulla Nidificazioni dal sotto-menu di Nodo Nidificato. In questo modo tutto il contenuto dei nodi nidificati verrà estratto e restituito alla mappa principale, mentre le etichette dei precedenti nodi nidificati rimarranno all'interno di nodi concettuali normali potrà essere necessario spostare o eliminare questi ultimi per visualizzare correttamente gli elementi che prima facevano parte dei raggruppamenti.

L'operazione di fusione eliminerà tali ripetizioni mantenendo tutte le proposizioni differenti, purché sia selezionata tutta la porzione di mappa alla quale sono legati i nodi ripetuti, come nella sequenza di seguito illustrata. Cliccando col tasto destro sulla selezione si sceglie Fondere i Nodi Si ottiene l'apertura della finestra Opzioni per la Fusione, dove si sceglie se fondere eliminare concetti ripetuti, frasi legame ripetute o, come in questo caso, entrambi i tipi di nodo.

Togliendo la spunta da "Fondi solo se Pertanto, se interessa semplicemente eliminare le ripetizioni, salvaguardando il resto, occorre lasciare il segno di spunta in Fondi solo se Cliccando su OK si ottiene la mappa riarrangiata e priva di ripetizioni. Per fondere più nodi nidificati in uno solo, cliccare col destro una selezione comprendente due o più nodi nidificati, quindi cliccare col sinistro su Fondere i Nodi.

Dalla finestra "Opzioni per la Fusione" che si apre: è possibile decidere in che modo far combinare gli oggetti selezionati nei nodi nidificati. Se la selezione non comprende frasi legame, la casella Frasi Legame rimarrà inattiva come nel presente esempio. Scegliendo l'opzione Fondi solo se c'è corrispondenza tra le etichette dei nodi si restringerà la fusione ai soli nodi nidificati che hanno la stessa etichetta nella modalità condensata.

Scegliendo questa opzione, se la selezione non comprende almeno due nodi nidificati con la stessa identica etichetta, non sarà possibile dar luogo ad alcuna fusione bottone OK non attivo. In presenza di almeno due etichette di nidificazione identiche si otterrà come risultato la fusione in un'unica nidificazione dei soli raggruppamenti aventi lo stesso nome.

Se l'opzione Fondi solo se c'è corrispondenza tra le etichette dei nodi non è spuntata si avrà un messaggio, nella finestra "Opzioni per la Fusione", che indicherà l'effetto dell'azione di fusione: Le nidificazioni selezionati saranno tutte fuse, anche qualora le loro etichette non combacino.

Programmi per Mappe Concettuali

Cliccando su OK si otterrà un singolo nodo nidificato comprendente tutti quelli precedentemente selezionati e che sarà etichettato col termine della nidificazione più recente. Questo esempio mostra due livelli di nidificazione, dove quello più inclusivo ha lo sfondo arancione. Cambiare Sfondi Da una Cmap aperta: è possibile applicare un'immagine come sfondo di una Cmap, cliccando su una porzione libera col tasto destro e selezionando Aggiungi Sfondo.

Si apre la finestra "Seleziona Sfondo", che dà la possibilità di ricercare l'immagine da inserire come sfondo. Cliccando su OK col tasto sinistro si imposterà l'immagine scelta come sfondo della Cmap attiva.

Rivedendo la Cmap, l'immagine selezionata sarà visualizzata come sfondo. La finestra "Stili" si aprirà con la scheda Oggetto in primo piano.

Si prosegue cliccando col sinistro sul pulsante Seleziona o Modifica Sfondo. Si aprirà la finestra "Seleziona Sfondo" da cui si potrà ricercare un'immagine. Cliccando col sinistro su OK da questa finestra si imposterà l'immagine scelta come sfondo del concetto selezionato. Il risultato nella Cmap sarà di questo genere: Creare Stili Personalizzati Da una Cmap aperta: Per "stile" si intende l'insieme di impostazioni del formato assegnate, dalla finestra Stili, al testo, ai rettangoli dei concetti e delle frasi legame, i colori e gli sfondi, alle linee di contorno dei nodi e delle linee di connessione, nonché allo sfondo della mappa stessa.

Si possono salvare le impostazioni di stile correntemente usate creando un file di stile personalizzato. Per iniziare a personalizzare gli stili, aprire una o più Cmap contenenti oggetti con gli stili che si vogliono salvare.

Questa finestra si apre solo se nella precedente si è scelto Yes. Questa finestra appare solo se al punto 14 si è scelto di salvare file log di cmaptools. Questa finestra appare solo se si al punto 14 si è scelto di salvare file log di cmaptools. Secegliere la dimensione dei file Log. Il valore di default è 1 MB. Numero di file log che si vogliono mantenere nel proprio computer. Ogni nuovo ulteriore file creato andrà a sovrascrivere il più vecchio. Quando si rende disponibile una nuova versione, connettere il PC a internet e usare il collegamento Update per installarla.

Le nuove versioni individuano e disinstallano automaticamente le precedenti. La versione pubblica di CmapTools, maggiormente testata, appartiene alla serie 4. Tutti gli utenti di CmapTools sono invitati a comunicare sia eventuali malfunzionamenti sia idee per il miglioramento, a cmapsupport ihmc. Gli sviluppatori del programma hanno bisogno di tali informazioni per migliorare il prodotto. Tali informazioni non sono richieste se nella stessa area utente era installata una versione precedente di CmapTools, anche se questa è stata preventivamente disinstallata.

Una volta completata la pagina delle informazioni personali, si apre la finestra rettangolare Views con i comandi principali del programma, ed una finestra bianca con alcuni suggerimenti in grigio che indicano come iniziare a scrivere i concetti e creare la mappa.

Se tali indicazioni e i comandi non sono in italiano, si potrà scegliere tale lingua da Viewsà Edit à Preferences à Language à Italiano. Il cambiamento sarà effettivo solo dal successivo riavvio del programma. Dalla finestra Views si accede alla cartella delle mappe del computer locale My CMaps , ai server della rete locale o dai server di internet di molti paesi di tutto il mondo.

CmapTools distingue solo tra risorse nel computer locale icona col computer e risorse in rete, di qualunque tipo icona con il mondo. È possibile: Aggiungere risorse. Collegare ogni nodo-concetto di una mappa a un altro nodo appartenente a una mappa diversa.

Programmi per fare mappe concettuali

Cambiare colori, caratteri, linee e forme. Collaborare in sincrono per costruire la stessa Cmap tra due o più utenti distanti. Nelle sessioni di collaborazione sarà disponibile anche una chat. Visualizzare e navigare tra i collegamenti di una cmap tramite un browser di internet, se è noto o se viene fornito il collegamento alla mappa e se questa è situata in un server pubblico di cmap in rete.

Proteggere una cartella in lettura o modifica, comprendendo tutti i suoi contenuti e le sottocartelle.