Scaricare Whatsapp Senza Carta Di Credito

Scaricare Whatsapp Senza Carta Di Credito  whatsapp senza carta di credito

Come si può pagare WhatsApp senza carta di credito? Una guida che spiega come utilizzare diversi metodi alternativi come Paypal e Google. Come pagare l'abbonamento annuale su WhatsApp senza usare la carta di credito. Puoi farlo pagando con il credito telefonico della tua SIM oppure con. Come scaricare Whatsapp su iPhone senza usare la carta di credito? Aggiornamento: La Postepay si può usare? Le carte prepagate di iTunes. Ricerca di 'pagare whats app con carta di credito dal PC' nelle FAQ in corso. Messaggi sospetti. Potresti aver ricevuto spam da terzi non autorizzati e non da. Cerchiamo allora di capire quando e come è possibile avere il servizio Scaricare senza pagare Whatsapp per un anno è sempre possibile per tutti i nuovi utenti o meglio per tutti i nuovi numeri di telefono. carta di credito;.

Nome: whatsapp senza carta di credito
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 69.84 MB

In Italia è l'app di messaggistica più utilizzata , come anche nel resto dell'Europa. WhatsApp: cos'è e come funziona WhatsApp è un servizio web gratuito, utilizzabile su smartphone ma anche pc e tablet, che ha lo scopo di connettere tra di loro le persone e scambiare messaggi grazie a un'app dedicata. Collegandosi alla rubrica, su WhatsApp abbiamo la possibilità di entrare in relazione con tutti i contatti che lo utilizzano, dando agli utenti la possibilità di effettuare conversazioni, chiamate e videochiamate senza nessun costo aggiuntivo.

Una volta scaricata e installata l'applicazione, infatti, la rubrica del cellulare viene sincronizzata con la lista dei contatti disponibili: da quel momento è possibile iniziare a chattare, chiamare, condividere foto, video e messaggi audio. Il nome WhatsApp deriva dallo slang americano "What's up? Chi ha inventato WhatsApp e quando è stato creato?

Dove scaricare la versione per iPhone Se hai un iPhone e vuoi scaricare WhatsApp, dovrai aprire l'App Store e premere sul pulsante Cerca, che trovi in basso sulla destra. Inserisci "WhatsApp Messenger" e, una volta comparsi i risultati di ricerca, seleziona il primo risultato e pigia i pulsanti "Ottieni" e "Installa". Perchè non riesco a scaricare WhatsApp? Se il download di WhatsApp non parte, vuol dire che sullo smartphone non c'è abbastanza memoria per installare l'app: dovrai eliminare file media ed eventualmente anche applicazioni per fare lo spazio necessario.

WhatsApp è una delle applicazioni che consuma più memoria, quindi sarà necessario che tu tenga a mente questa informazione e faccia spazio a sufficienza per permettere il download dell'app. Perchè WhatsApp crasha e si chiude da solo? Perchè si blocca? WhatsApp va in crash o si blocca? Se questo succede, non è detto che sia necessariamente colpa tua: spesso, infatti, sono proprio i server di WhatsApp ad andare in down , impedendo a moltissimi utenti contemporaneamente di parlare tra loro.

Se invece l'applicazione funziona bene a tutti tranne che a te, hai una serie di possibilità per risolvere il problema. Quella più facile e veloce sta nel disinstallare e reinstallare WhatsApp, oppure nel caso di cellulari Android nell'accertarsi di avere la versione aggiornata del sistema operativo stesso. In alternativa puoi provare a forzare l'arresto di WhatsApp più di una volta, per essere certo che non si tratti soltanto di un piccolo inceppamento, o puoi provare a spegnere e riaccendere il cellulare.

WhatsApp Plus download apk e WhatsApp Sniffer: dove scaricarli e installarli WhatsApp Plus è un'applicazione non disponibile sugli app store, ma scaricabile esclusivamente con un link esterno che riporta a un file. Si tratta dunque di un'applicazione non autorizzata, che promette di integrare nuove ed esclusive funzionalità come ad esempio il cambio del tema o il blocco della app con una password, ma che in realtà porta con sè molti rischi per la privacy e la sicurezza del nostro dispositivo, quindi è sconsigliato scaricarla.

Lo stesso discorso vale anche per WhatsApp Sniffer: si tratta di un'applicazione assente sugli app store, ma scaricabile soltanto da un link esterno che conduce a un file. WhatsApp Sniffer ha l'obiettivo di spiare le conversazioni degli altri utenti che condividono la stessa linea WiFi, ma con la crittografia end-to-end diventa davvero difficile, se non impossibile, leggere i messaggi degli altri.

Questo tipo di applicazioni, inoltre, essendo generate al di fuori degli app store sono potenzialmente molto rischiose, perchè possono portare con sè molti malware e virus difficili da eliminare. E quindi come si fa a spiare le conversazioni su WhatsApp? Se siete degli informatici, qualche opportunità ce l'avete. Ma se siete dei comuni mortali con una semplice connessione a Internet e poca dimestichezza con i controlli di sicurezza e privacy, evitate di installare applicazioni potenzialmente maligne e, se proprio volete spiare il cellulare di qualcuno, fatelo direttamente dal suo smartphone.

Come pagare WhatsApp e app Play senza carta di credito

Come aggiornare WhatsApp Come per tutte le applicazioni, anche nel caso di WhatsApp vengono periodicamente rilasciati degli aggiornamenti, ovvero delle versioni rivedute e corrette dell'app che integrano funzionalità — come ad esempio la modalità vacanza — e risolvono problemi. Sia che tu abbia un iPhone che un dispositivo Android, non sarà necessario disinstallare WhatsApp: la nuova versione si sovrapporrà automaticamente a quella precedente, permettendoti di conservare le conversazioni e i files media.

Se hai un dispositivo Android, ti basterà accedere al Play Store e pigiare sul menu a barre in alto a sinistra, poi su "Le mie app e i miei giochi". A quel punto comparirà la lista delle app per le quali è disponibile un aggiornamento: basterà premere su "Aggiorna tutto" oppure scegliere manualmente le applicazioni per cui si desidera far partire l'aggiornamento.

Qualora tu non possa accedere al Play Store, dovrai recarti direttamente sul sito di WhatsApp e premere su "Download now": scaricherai un file. Se hai un iPhone, invece, ti basterà accedere all'App Store e premere sul pulsante "Aggiornamenti" che trovi sulla destra in basso; se nella nuova schermata non trovi l'icona di WhatsApp, vuol dire che hai già scaricato la versione più aggiornata dell'applicazione.

In caso contrario, dovrai cercare l'icona di WhatsApp e premere su "Aggiorna". Perchè non si aggiorna WhatsApp? Alcuni utenti hanno difficoltà a scaricare l'aggiornamento di WhatsApp: come fare per risolvere il problema? Se hai fatto anche questo, ma non riesci comunque a installare l'applicazione, puoi cancellare la cache dei servizi di sistema come Google Services Framework e lo stesso Play Store, e successivamente riavviare il cellulare. Se non hai il Play Store e non riesci ad aggiornare WhatsApp, procedi in questo modo: Esegui un backup della tua applicazione e, successivamente, disinstallala Accedi al sito web di WhatsApp e scarica di nuovo l'applicazione Quella che scaricherai sarà la versione più recente dell'applicazione, quindi l'aggiornamento è "incluso" Che cosa significa fare un backup su WhatsApp?

Nel paragrafo precedente abbiamo parlato di backup: cosa significa e a cosa serve fare un backup su WhatsApp? Il backup non serve a liberare spazio di memoria di come liberare la memoria su WhatsApp parleremo dopo ma è necessario per conservare le conversazioni e i files media al fine di mantenerle anche se si cambia cellulare. Come funziona il backup?

In linea teorica funziona allo stesso modo sia per iPhone che per Android: in entrambi i casi, infatti, le conversazioni e i files vengono salvati in uno spazio cloud, ovvero uno spazio di archiviazione che nel caso di Android è Google Drive, nel caso dell'iPhone è lo stesso iCloud di Apple.

Dove trovo il backup? Per avviare il backup su Android è innanzitutto necessario avere un account Google correttamente inserito sul cellulare.

Una volta accertatoti di avere un account Google collegato al tuo smartphone, apri Whatsapp e premi sui tre puntini … in alto a destra, dopodichè pigia su Impostazioni e successivamente su Chat.

A questo punto premi su Backup delle chat e successivamente su Esegui Backup.

Se è la prima volta che esegui questa operazione, ci vorrà un po' di tempo: accertati di essere connesso con il WiFi, perchè si tratta di un'operazione che consuma molti dati. Se vuoi includere anche i video nel backup, dovrai farlo manualmente, premendo su Includi video.

Se hai un iPhone e vuoi effettuare il backup dei dati di WhatsApp, apri l'applicazione, premi su Impostazioni e poi su Chat e, dalla schermata che si apre, seleziona Backup delle chat. Una volta premuto su Esegui il backup adesso, ti basteranno pochi minuti e potrai avere un backup completo dei tuoi dati sullo spazio di archiviazione cloud. Abbiamo detto che fare un backup serve principalmente a conservare i nostri dati al fine di ripristinarli qualora cambiassimo smartphone.

#doitsmart

Per ripristinare i dati di WhatsApp su un nuovo dispositivo, innanzitutto dobbiamo avere lo stesso numero di telefono e lo stesso account iCloud o Google Drive selezionato in precedenza. Una volta scaricato e installato WhatsApp, se abbiamo fatto tutto correttamente ci verrà chiesto, sia su iPhone che su Android, di ripristinare i dati precedenti in base all'ultimo backup.

Basterà premere su Ripristina e riavremo la nostra app come l'abbiamo lasciata l'ultima volta. Perchè non mi fa fare il backup? Sia per iPhone che per Android, spesso ci sono difficoltà nell'eseguire il backup. Gli utenti lamentano in particolare i tempi prolungati e la grossa quantità di memoria che viene impiegata nello svolgimento dell'operazione.

Dove vengono salvate le chat di WhatsApp? A meno che non vengano eliminate direttamente su WhatsApp, le nostre chat sono conservate negli spazi cloud, che possono essere iCloud o Google Drive, e vengono archiviate con una cadenza che è possibile impostare manualmente. Questo ci permette di ripristinate le chat di WhatsApp quando cambiamo cellulare, a patto che il nostro numero di telefono e lo spazio di archiviazione cloud siano sempre gli stessi. Cosa fare quando non funziona WhatsApp?

A parte i casi in cui è proprio l'applicazione stessa ad andare in down , se WhatsApp non funziona bene probabilmente è il momento di liberare un po' di memoria. Se hai problemi con questa applicazione potresti innanzitutto provare a eliminare files e conversazioni che maggiormente incidono sulla memoria di sistema. Se neanche questo aiuta a migliorare la performance dell'applicazione, probabilmente la soluzione migliore è disinstallarla e installarla nuovamente.

Sappiamo che questa è una delle applicazioni più "pesanti" tra quelle usate più di frequente, ma ci sono alcuni modi grazie ai quali è possibile "alleggerirla" e liberare un po' di spazio di memoria.

Se non volete cancellare le conversazioni, potete provare a cancellare soltanto i files di grandi dimensioni che non vi sono più utili ma vengono conservati all'interno delle chat. L'intuizione che ha avuto, da cui poi è nato WhatsApp, era la possibilità per gli utenti di personalizzare il proprio status all'interno della rubrica, facendo capire agli altri contatti se fossero contenti o meno, se fossero online o meno, insomma, cosa stessero facendo.

Vediamo nel dettaglio come modificare questi elementi del profilo. Come cambiare il profilo su WhatsApp? Per cambiare il profilo su WhatsApp, è necessario innanzitutto aprire ovviamente l'applicazione e premere sui tre puntini in alto a destra per aprire il menù. Bisognerà poi premere su Impostazioni e pigiare ulteriormente sulla prima voce del menu che compare, ovvero quella con il nostro nome. Possiamo scegliere di cambiare il nome con cui ci vedono i nostri contatti, le informazioni collegate al nostro account e la foto.

Come cambiare lo stato?

Come pagare WhatsApp: istruzioni

Se prima lo stato di WhatsApp era la frase che accompagna il nostro nome quando un utente ci cerca, adesso per "Stato" su WhatsApp ci si riferisce alle stories le vedremo dopo. Quello che prima era lo stato ora si chiama "Info", e si trova sopra il nostro numero di telefono sempre all'interno della schermata in cui possiamo andare a modificare il profilo.

Per modificare le informazioni su di noi basterà cliccarci sopra. Possiamo scegliere se siamo impegnati o meno grazie al menu a tendina Disponibile, In riunione, In palestra, Non posso parlare, etc e aggiungere una emoji o una frase che ci riguardi nel box dal titolo "Attualmente impostata come". Premendoci sopra, possiamo inserire quello che vogliamo — sia testo che faccine — fino a un massimo di caratteri.

Come cambiare la foto? Per cambiare la foto su WhatsApp basterà accedere alle impostazioni del profilo, e premere sul cerchio che dovrebbe contenere la nostra foto. Se avete già un'immagine del profilo ma volete cambiarla, basterà cliccare sulla matita e poi su "rimuovi immagine", salvo poi aggiungere successivamente quella che preferite.

Perchè non vedete la foto del profilo di un numero che non è tra i vostri contatti? Probabilmente questo utente avrà impostato la privacy del profilo permettendo solo alla sua cerchia di contatti di visualizzare la sua foto.

Se invece l'utente appartiene alla vostra cerchia di contatti, potrebbe aver impostato la privacy impedendo a tutti di vedere la sua foto, o potrebbe avervi bloccato. Perchè gli altri non vedono la tua foto profilo? Anche in questo caso, probabilmente è un problema di impostazioni sulla privacy. Chi visita il mio profilo? Chi spia il mio profilo? Si tratta di una pratica abbastanza comune da parte dei gestori delle app, infatti questa opzione è impossibile anche su altre piattaforme come Facebook e Instagram.

L'unica funzione che permette di guardare chi ha visitato il profilo è lo Stato, che è l'equivalente delle Storie su Facebook e Instagram. WhatsApp: privacy e ultimo accesso Andiamo adesso a vedere quali sono le caratteristiche delle impostazioni sulla privacy per WhatsApp: ultimo accesso, spunta blu, visualizzazioni dei messaggi e altro ancora. Cosa significa essere online su WhatsApp? Quando apriamo WhatsApp, anche se non mandiamo messaggi, gli altri utenti ci vedono come "online". Essere online vuol dire avere WhatsApp aperto, a prescindere dal fatto di chattare o meno con gli altri utenti.

Perchè risulto sempre online su WhatsApp? Spesso a molti utenti capita di risultare online su WhatsApp anche se non stanno utilizzando l'applicazione.

Quali possibili alternative per pagare whatsapp?

Com'è possibile? Questa situazione è solitamente causata da due fattori, che possono essere presenti contemporaneamente o meno. Innanzitutto, se abbiamo chiuso WhatsApp semplicemente premendo sul tasto Home del nostro smartphone, l'applicazione resta comunque aperta, e quindi noi continueremo a risultare online e disponibili per chattare anche se non siamo effettivamente all'interno della schermata di WhatsApp.

Per uscire dall'applicazione è dunque necessario terminare la sessione, premendo sul tasto attività e chiudendo la schermata relativa a WhatsApp. Se chiudiamo WhatsApp sul cellulare ma non sul computer, continueremo a risultare online per gli altri utenti. Perchè non si vede l'ultimo accesso? Perchè non vedo le spunte blu?

Prima di capire perchè non si vede l'ultimo accesso, bisogna fare una precisazione. Se non riuscite a vedere quando è stato l'ultimo accesso di una persona, ma visualizzate soltanto la dicitura "Online" quando effettivamente l'utente è in linea, allora si tratta di una impostazione di privacy.

Se, invece, non riuscite neanche a visualizzare la dicitura "Online", è probabile che siate stati bloccati da quell'utente. Nel primo caso, quindi qualora non riusciate a visualizzare l'ultimo accesso ma siate certi di non essere stati bloccati, il motivo è semplice: l'ultimo accesso non si vede perchè l'utente in questione ha modificato le sue impostazioni sulla privacy, rendendo impossibile a chiunque di sapere quand'è l'ultima volta che si è collegato.

Se ci fate caso, inoltre, gli utenti che scelgono di non visualizzare l'ultimo accesso non hanno neanche la cosiddetta "spunta blu". Se l'utente di cui volete scoprire l'ultimo accesso non ha modificato le impostazioni sulla privacy, basterà aprire la conversazione e, sotto al nome dell'utente, compariranno la data e l'ora in cui egli si è connesso. Se l'utente di cui volete scoprire l'ultimo accesso ha cambiato le sue impostazioni sulla privacy, vi resta solo una cosa da fare: aprire la conversazione con lui e, armati di pazienza, aspettare che l'utente sia online.

Quando succederà, vedrete comparire l'etichetta "Online" sotto al suo nome.

Eccoti spiegato passo passo come cambiare le impostazioni sulla privacy e soprattutto come togliere le spunte blu: Accedi a WhatsApp e premi il pulsante del menù in alto a destra Premi su Impostazioni, dopodichè seleziona Account dal menù a tendina Una volta aperto il menù Account, premi su Privacy, ovvero la prima voce del menù A questo punto puoi decidere di nascondere agli utenti il tuo ultimo accesso premendo su Ultimo Accesso e scegliendo Nessuno dal menù a tendina Per togliere le spunte blu, scorri nel menù Privacy e spunta la casella di Conferme di lettura.

In questo modo gli altri non potranno più avere certezza che tu abbia letto il messaggio Come leggere i messaggi su WhatsApp senza far apparire la spunta blu Se avete le spunte blu attivate ma c'è un messaggio che volete leggere senza inviare la conferma di lettura al destinatario, un modo c'è, ma è necessario avere uno smartphone con funzionalità 3D touch.

WhatsApp: conversazioni, chiamate e stories La conversazione è il vero cuore di WhatsApp, ma con il tempo questa funzionalità si è arricchita con la possibilità di fare chat di gruppo, inviare messaggi audio, registrare video, inviare foto ed effettuare delle chiamate VoIP Voice Over IP. Andiamo a vedere come si aggiungono i contatti su WhatsApp, cosa significano le icone accanto ai messaggi che mandiamo, come utilizzare le emoji e formattare il testo.

Come aggiungere qualcuno su WhatsApp? Per aggiungere un contatto su WhatsApp, devi innanzitutto inserire questo contatto all'interno della tua Rubrica sul cellulare, assegnandogli un nome. Dopo aver eseguito questa operazione, dovrai aprire WhatsApp e premere sul pulsante tondo in basso a destra, quello cioè che serve a iniziare una nuova conversazione. Ti si aprirà una schermata in cui troverai i contatti della tua rubrica, ma sicuramente non ti comparirà quello che hai appena aggiunto.

Per visualizzare anche i contatti aggiunti immediatamente prima di aprire WhatsApp, basterà premere sul pulsante menù in alto a destra e scegliere Aggiorna.

A questo punto potrai trovare il contatto appena aggiunto in Rubrica nella lista e iniziare la conversazione. Cosa vuol dire quando su WhatsApp c'è l'orologio?

WhatsApp è a pagamento? Dipende. Ecco i dettagli

Quando inviamo i messaggi su WhatsApp, in basso a destra compaiono dei simboli che servono a farci comprendere lo stato di invio del messaggio. Cosa vuol dire quando compare l'orologio? Che il messaggio non è ancora stato inviato dal cellulare del mittente quindi il tuo. Solitamente il simbolo dell'orologio dura pochissimo, giusto il tempo necessario alla connessione Internet per inviare il messaggio; se il simbolo continua a esserci, vuol dire che c'è qualche problema o con la rete Internet o con il funzionamento generale dell'applicazione.

Cosa vuol dire quando su WhatsApp c'è solo una V? Allo stesso modo dell'orologio, anche la "V" singola, quindi solo una "V", è un simbolo dello stato di invio e ricezione del messaggio.

Mentre il simbolo dell'orologio fa capire che il messaggio è in attesa di essere inviato, se vediamo solo una "V" vuol dire che il messaggio è correttamente stato inviato dal nostro cellulare, ma non è ancora arrivato a destinazione, quindi non è stato consegnato allo smartphone del destinatario; in altri termini, l'utente a cui stiamo inviando il messaggio non ha ancora ricevuto la notifica della vostra chat.

Quando il messaggio viene effettivamente consegnato al destinatario, le "V" diventano due. Quando il destinatario legge il messaggio, la doppia "V" si colora di blu, a meno che l'utente non abbia modificato le impostazioni sulla privacy: in quel caso la doppia "V" continuerà a essere sempre dello stesso colore grigio.

Come funzionano i gruppi su WhatsApp? Oltre alle conversazioni interpersonali, su WhatsApp è possibile accedere alle conversazioni di gruppo, utili per coordinarsi tra più persone. È possibile silenziare i gruppi per non ricevere troppe notifiche oppure eliminare alcune chat di gruppo che non utilizziamo più. Nel prossimo aggiornamento di WhatsApp sarà introdotta una grande novità per i gruppi: WhatsApp infatti chiederà il consenso prima di inserirti nei gruppi , dando finalmente agli utenti la possibilità di scegliere se far parte o meno di un determinato gruppo.

Questa decisione è stata presa sia per contrastare la diffusione di informazioni false e fake news all'interno di gruppi molto numerosi, sia per rendere l'utente consapevole del fatto di star entrando all'interno di una conversazione di gruppo che, magari, potrebbe essergli sgradita.

In relazione alla diffusione di messaggi con informazioni false, WhatsApp ha introdotto un contatore antibufala per i messaggi inoltrati , dal funzionamento molto semplice: per evitare la diffusione di fake news, WhatsApp ha messo a punto un contatore interno che tiene il numero delle volte in cui un certo messaggio è stato inoltrato e condiviso, segnalando come sospetti i messaggi ricondivisi in modo eccessivo.

Come recuperare le chat e cancellare i messaggi su WhatsApp Una delle possibilità che offre WhatsApp è quella di archiviare le vecchie chat, in modo da evitare di avere una lista di conversazioni troppo fitta e confusionaria. Ma come recuperare le chat? Se parliamo del recupero di tutte le chat dopo aver reinstallato l'applicazione, basterà ripristinare il backup come spiegato in precedenza.

Se, invece, vogliamo recuperare una chat precedentemente archiviata, basterà aprire WhatsApp, premere sulla schermata delle Chat e scorrere la pagina fino in fondo. Alla fine comparirà il pulsante "Chat Archiviate", e premendoci su si visualizzeranno le conversazioni che abbiamo messo da parte. Basterà scegliere quella che vogliamo recuperare, tenere premuto sulla conversazione e pigiare il pulsante che compare in alto a destra, uguale e contrario al pulsante Archivia.

A questo punto rivedremo la conversazione recuperata all'interno della sezione Chat. Come si cancellano i messaggi su WhatsApp? Semplicissimo: posizioniamoci all'interno della conversazione e teniamo premuto sul messaggio che desideriamo eliminare.

In alto compariranno una serie di pulsanti: basterà premere sull'icona del cestino e il messaggio sarà eliminato. Come trasferire le chat di WhatsApp da Android a iPhone e viceversa Quando abbiamo parlato del backup abbiamo sottolineato come Android e iOS utilizzino entrambi dei sistemi di archiviazione cloud per eseguire il backup delle conversazioni.

Se quindi abbiamo acquistato un nuovo iPhone ma prima avevamo uno smartphone Android, o viceversa, come trasferire le chat di Whatsapp dall'uno all'altro sistema operativo? Attualmente non esiste un modo autorizzato da WhatsApp per effettuare questo trasferimento, e non esistono neanche programmi gratuiti. Perchè WhatsApp non manda i messaggi? L'invio dei messaggi è la vera essenza del successo di WhatsApp, quindi è giusto chiedersi e capire perchè WhatsApp non manda i messaggi.

Se invece non si tratta di un down di WhatsApp ma comunque non si riesce a inviare i messaggi, le alternative sono due: se il messaggio è accompagnato dall'icona con l'orologio, significa che non è stato ancora inviato correttamente, quindi che il mittente voi! Anche in questo caso si tratta di un suo problema di rete, ma voi purtroppo non potete farci niente Perchè le notifiche di WhatsApp e i messaggi arrivano in ritardo?

Per quanto riguarda invece le notifiche, oltre a un problema di connessione ci potrebbe essere un ulteriore problema legato alle impostazioni del menù. Il servizio supporta carte di debito e di credito di tantissimi istituti e circuiti: Mastercard, Maestro, Visa, Unicredit, N26, Intesa Sanpaolo, Widiba, Hype solo per citarne alcuni. Si tratta di Satispay , pensata per chi non vuole girare con troppi contanti in tasca ma non ha nemmeno voglia di sostenere i costi di una carta di credito.

Come pagare WhatsApp Android senza carta di credito

PayPal permette di effettuare transazioni online senza dover rivelare a nessuno le coordinate del proprio conto in banca o il numero della propria carta di credito. È anche possibile ricevere somme di denaro da amici e parenti oltre che da sconosciuti e fare collette online grazie al servizio Money Box che consente di condividere un link su Facebook, WhatsApp, via mail o sms da cui gli utenti possono inviare i soldi che vengono poi caricati sul conto PayPal.

Anche se è più probabile che abbiate usato o userete PayPal per acquisti online o transazioni peer-to-peer, è possibile pagare anche nei negozi che presentano il simbolo dei pagamenti contactless.