Scarichi Honda Shadow 750 Black Spirit

Scarichi Honda Shadow 750 Black Spirit scarichi honda shadow 750 black spirit

Trova honda shadow black spirit in vendita tra una vasta selezione di Terminali di scarico su eBay. Subito a casa, in tutta sicurezza. Scarico Straight per Honda Shadow Black Spirit nero Marmitta: smartdir.info: Auto e Moto. Scarico honda shadow in vendita in motori: scopri subito migliaia di annunci di privati e aziende e trova quello Honda VT Shadow Black Spirit Scarico honda shadow black spirit in vendita ✅ Scarico Forge C per Honda Shadow Black Spirit inox Marmitta: ,99 € | HONDA CIVIC CTDI pedana passeggero per honda shadow/black spirit/phanto Tags: impianto, scarico, marving, terminali, bassi, lunghi, honda, shadow, completo, inox. Monta'.

Nome: scarichi honda shadow 750 black spirit
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 17.76 Megabytes

L'ispirazione stilistica si rifà a un classico della produzione a stelle e strisce, le Sportster di Harley-Davidson, ma nel caso delle tre belle Honda il prezzo è molto più abbordabile. SPIRITO NERO I modelli custom sono solitamente caratterizzati dalla ricchezza delle cromature, applicate ovunque ci sia del metallo dal quale si vuole ottenere un effetto estetico superiore ad una normale verniciatura.

Spesso sui modelli dal prezzo d'acquisto meno elevato si tratta di parti in plastica con finitura che replica la cromatura ma il risultato che si vuole raggiungere è lo stesso: sulla moto bisogna "specchiarsi"! Per la Black Spirit Honda è andata in direzione contraria: nero totale per rendere il più tenebroso possibile il look della moto.

I designer Honda non hanno fatto nessuna concessione al colore, creando un piacevole abbinamento con il grigio riservato a copristeli, supporti del parafango posteriore, cover della strumentazione, piastra superiore di sterzo, coperchi delle teste e del carterino alternatore. Tutto il resto, ma proprio tutto, è nero lucido, fatti salvi gli scarichi cromati e gli specchi retrovisori.

Con il cambio a 5 rapporti e la trasmissione finale a cardano la fluidità di marcia della Black Spirit è a prova di maltrattamento Anche in quinta, al regime di minimo, la nera custom Honda procede senza sussulti o rifiuti: una specie di tappeto volante!

Fotogallery: Honda Black Spirit 750 - TEST

E quando c'è bisogno di un po' di brio c'è "birra" a sufficienza per un rapido sorpasso o un veloce trasferimento, grazie ai 45,5 CV a 5. Il neofita sarà tranquillizzato dalla sella bassissima - posta a mm da terra - il biker esperto troverà una posizione di guida perfettamente in sintonia con l'indole del mezzo. E' addirittura più facile da guidare della Shadow , perché al posto del manubrio a "corna di bue" di quest'ultima, sulla Black Spirit c'è un più rastremato manubrio dalla curvatura molto meno pronunciata, più intuitivo fin dalle prime fasi in sella.

Incornicia il motore e vi sono fissate la forcella telescopica con steli da 41 mm carenati da avvolgenti copristeli e il forcellone in acciaio che come braccio sinistro prevede la trasmissione a cardano. La sospensione posteriore è composta da due ammortizzatori regolabili nel precarico. Le quote ciclistiche sono da vera custom: interasse di 1.

L'accoppiata disco anteriore più tamburo posteriore che compone l'impianto della Honda assolve il compito di rallentare la Black Spirit più che dignitosamente. Il diametro del disco è di mm con pinza a 2 pistoncini mentre il tamburo è di grande diametro, mm, e all'interno del cerchio da 15 pollici posteriore rende la raggiatura del cerchio ancora più fitta contribuendo alla piacevole resa estetica del retrotreno.

L'azione frenante è sempre facilmente gestibile, anche nelle decelerazioni più volente, casi in cui occorre fare un po' di attenzione a non pinzare con eccessiva decisione perché l'avancorsa lunga e la forcella piuttosto "aperta" possono portare più facilmente che su altre moto al bloccaggio dell'anteriore.

Delle quote ciclistiche "comode" abbiamo già detto, tuttavia il baricentro basso permette di poter contare sempre su una manovrabilità elevata; solo da fermi, in manovra, il braccio di leva offerto dal manubrio non è a livello di quello offerto dalla sorella Shadow, dotata di un elemento a "corna di bue" piuttosto ampio. A chi non fa solo avanti e indietro sul lungomare o sui viali della città ma si spinge anche in collina diamo un consiglio: non cercate pieghe eccessive, le pedane sfregano a terra molto presto!

Il motore è quanto di meglio possa offrire la Black Spirit: parte subito senza incertezze anche a freddo, non strappa nonostante l'adozione del cardano e vibra il giusto. Vanta 45 CV dichiarati all'albero, ma dubito che alla ruota ne arrivino più di L'erogazione è fluida e con la frizione, morbida ma non cedevole, ci si trova subito a proprio agio anche nelle partenze in salita: il cambio fa il suo dovere e non si impunta nè in scalata nè salendo di rapporto.

I problemi arrivano dal peso del veicolo: kg col pieno si sentono nelle manovre da fermo, complicati dal fatto di uno sterzo non paragonabile a quello degli scooteroni o delle naked cittadine Difetti di secondo ordine, visto che fuori città ci si trova ad andare a spasso senza la minima incertezza anche in quinta a 50 Kmh piegando al limite delle pedane. A proposito, se fosse stato per me avrei avanzato le pedane alcuni centimetri ma è possibile montarne anche su un eventuale paramotore consigliato il FatBar della HighWay Hawk da 38mm per rilassarsi in autostrada.

Le sospensioni sono votate al comfort, soprattutto l'anteriore, molto morbida in frenata, mentre la posteriore, che esce di fabbrica regolata alla seconda tacca, dalla terza in poi risulta troppo rigida sulle buche di Roma.

Scarichi MCJ per HONDA

Lo scarico suona "educato" ma non troppo grazie alla normativa Euro-3, si scalda subito ma borbotta poco al minimo, mentre il clacson è il classico anonimo beeper degli scooter: con 20 euro si compra lo Stebel Magnum TM80 e si dona tutta un'altra voce alla Black Spirit! Dulcis in fundo, i tagliandi: il primo dopo 1.

I successivi aumenteranno, se possibile, la vostra frustrazione nel vedere la vostra custom affidata a chi maneggia SH dalla mattina alla sera E pensare che di manutenzione, tra cardano, olio motore e liquido di raffreddamento che non scendono nemmeno di 1 mm nonostante la strada macinata, c'è di che rallegrarsi!

Sconsigliata per chi vuole divertirsi su due ruote: qui si va a spasso godendosi il panorama