Spostare Scarichi Bagno

Spostare Scarichi Bagno spostare scarichi bagno

scarichi che ti permetterà di non avere problemi. Se conosci tutto ciò che c'è da sapere sull'argomento, l'idea di spostare cucina o bagno non. Si tratta di un'esigenza che può insorgere dalla necessità di cambiare il mobilio del bagno o da quella di trovare spazio per una lavatrice. A volte si presenta. Prima di spostare cucina e bagno e i relativi scarichi, meglio conoscere le tipologie di acque di scarico. Quelle nere sono le acque relative al wc e. Le tubazioni dello scarico wc devono avere una pendenza minima, che è di 1 cm ogni metro (1%), per cui se il bagno viene ad essere spostato di. Si tratta dei nuovi trituratori, che si rivelano utili per evacuare le acque di scarico del wc e oggi anche di interi bagni e cucine, quando la colonna.

Nome: spostare scarichi bagno
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 44.36 MB

Incorpora Clicca su Incorpora per mostrare un articolo sul tuo sito web o sul tuo blog. Nelle nostre case non le vediamo e tendiamo a dimenticarle quando valutiamo se acquistare un nuovo appartamento, eppure senza di loro non avremmo né il bagno né la cucina, comodità indispensabili per la nostra casa.

ARCADE Progettazione Integrata Il lusso di avere il bagno in casa È curioso pensare come il bagno privato in casa, di cui è impensabile oggi farne a meno, sia per la cultura occidentale disponibile per tutti solo da poco; in Italia, ad esempio, il bagno privato in ogni abitazione si è diffuso solo con la ricostruzione del primo dopoguerra e in molti vecchi palazzi di città storiche, come Torino o Napoli, permangono le tracce dei vecchi gabinetti in comune, posizionati tradizionalmente sul ballatoio di ogni piano.

La vasca in camera o in una stanza indipendente è una piacevole tendenza che si sta diffondendo anche nelle case italiane, mentre il nuovo trend anglosassone prevede un vero e proprio bagno open space.

Scarabeo Ceramiche Come spostare il bagno rispetto alla colonna di scarico Per riprogettare la disposizione interna di un alloggio è importante non allontanarsi troppo dagli scarichi, ma quanto? Dipende: dalla tipologia di impianti, dallo spessore dei massetti, dal fatto che i sanitari abbiano lo scarico a parete o pavimento. In generale è tecnicamente sconsigliato spostare il vaso o il lavello oltre i 4 metri dalla colonna di scarico esistente perché altrimenti si avrebbe una ventilazione insufficiente delle tubazioni della colonna di scarico e la possibilità di cattivi odori.

Davvero interessante anche la soluzione proposta dalla ditta tedesca TECE www. Come visto dunque le soluzioni possibili per modificare i servizi igienici esistenti o crearne di nuovi sono davvero molte, tutto dipende dalle esigenze del singolo, di quanto spazio dispone e di che tipo di lavori si è disposti ad affrontare, sia in termini di demolizioni e seccature, ma anche e soprattutto di spesa.

Il consiglio resta comunque quello di affidarsi ad un tecnico specializzato che saprà indirizzarvi verso la soluzione più adatta al vostro appartamento ed alle vostre necessità e sarà in grado, eventualmente qualora ve ne sia la necessità, di redigervi apposito progetto, ottenendo titolo abilitativo e seguendo i lavori per conto vostro. Negli impianti a doppia tubazione invece sono convogliate attraverso diversi sistemi di tubazioni.

Guarda questo: Scarichi mcj usati

È il caso ad esempio dello spostamento del bagno in altro locale o della realizzazione di un nuovo servizio igienico. Posizionare un water lontano dalla colonna di scarico significa dover assicurare alle tubazioni orizzontali la necessaria pendenza.

La parete dovrà comunque avere uno spessore di almeno 20 cm, per cui, se lo spessore è inferiore, sarà necessario realizzare una controparete anche solo per il tratto in cui sono posti i sanitari. In ogni caso, è tecnicamente sconsigliato spostare il vaso a più di 4 metri dalla fecale esistente perché si rischia di avere una ventilazione insufficiente delle tubazioni della colonna di scarico con la conseguente possibilità di cattivi odori.

Come spostare gli scarichi della cucina In linea generale, valgono per le tubazioni di scarico delle acque sporche della cucina le stesse prescrizioni illustrate per il bagno. Sfruttando questo metodo, le acque reflue ricevono la necessaria spinta, sia verticalmente sia orizzontalmente, per raggiungere la rete fognaria.

Nel caso in cui lo spessore della parete non sia sufficiente, occorrerà creare una controparetina alta almeno cm, perché dovrà ospitare anche la cassetta di scarico. Questa soluzione è molto bella da vedere, se ad esempio incolliamo sopra la paretina una bella mensola in legno, abbiamo creato dello spazio in più su cui poggiare piante o prodotti da bagno.

In questo caso bisognerà solo provvedere ad uno spazio adeguato accanto al wc dove alloggiarlo.