Statino Carabinieri Scaricare

Statino Carabinieri Scaricare statino carabinieri

Area riservata al personale in servizio dell'Arma dei Carabinieri. Per accedere al servizio occorre essere in possesso delle credenziali personali. Queste. Infine, con l'utility “Statini Paga on-line” ogni militare, nel rispetto della privacy, può visualizzare e stampare il proprio cedolino paga degli ultimi dodici mesi. È arrivata la busta paga. L'Arma dei Carabinieri, da sempre attenta all'evoluzione del tessuto sociale e alle esigenze del cittadino, ha sviluppato il primo software applicativo “di. Si attendeva un intervento cosi' funzionale e pratico per i carabinieri da tempo. e che consentiranno di scaricare in download direttamente sul proprio Statini paga, rubrica, convenzioni, rassegna stampa, focus-on di.

Nome: statino carabinieri
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 38.37 Megabytes

Il pubblico ufficiale , che ricevendo o formando un atto 1 nell'esercizio delle sue funzioni 2 , attesta falsamente che un fatto è stato da lui compiuto o è avvenuto alla sua presenza, o attesta come da lui ricevute dichiarazioni a lui non rese, ovvero omette o altera dichiarazioni da lui ricevute, o comunque attesta falsamente fatti dei quali l'atto è destinato a provare la verità, soggiace alle pene stabilite nell'art.

Seguono tutti i quesiti posti dagli utenti del sito che hanno ricevuto una risposta da parte della redazione giuridica di Brocardi. Si precisa che l'elenco non è completo, poiché non risultano pubblicati i pareri legali resi a tutti quei clienti che, per varie ragioni, hanno espressamente richiesto la riservatezza. Ha attenzione di completare la trattazione utilizzando non solo il dato legistativo ma anche la giurisprudenza costituzionale, di Cassazione e la dottrina segnalata non in nota ma nel testo per non spezzare il ritmo dell'esposizione Si qualifica per essere un ottimo strumento sia per la comprensione, che per il La giurisprudenza, infatti, viene analizzata non solo relativamente alle massime, ma Rassegna di giurisprudenza e di

Quando apri per la prima volta un'app aziendale che hai installato manualmente, visualizzi una notifica in cui viene indicato che l'app non è considerata attendibile sul dispositivo.

Puoi ignorare questo messaggio, ma in questo caso non puoi aprire l'app. Dopo aver ignorato questo messaggio, puoi autorizzare questo sviluppatore di app impostandolo come attendibile.

Verrà quindi visualizzato un profilo per lo sviluppatore sotto l'intestazione "App aziendale". Tocca il profilo per autorizzare questo sviluppatore. Viene richiesto di confermare la scelta. Una volta autorizzato questo profilo, puoi installare manualmente altre app dallo stesso sviluppatore e aprirle immediatamente.

Navigazione articoli

Questo sviluppatore rimane attendibile e quindi autorizzato fino a quando non userai il pulsante Elimina app per rimuovere tutte le app dello sviluppatore. In motivazione, la Corte ha escluso che l'atto in questione abbia natura di certificazione amministrativa.

Fattispecie relativa a rinnovo di una concessione mineraria. Fattispecie relativa alla dolosa predisposizione di false targhette sui citofoni delle abitazioni con il fine di indurre l'ufficiale giudiziario ad attestare di aver omesso la notifica per assenza degli interessati.

Fattispecie concernente relazioni redatte da appartenente alla polizia provinciale e attestanti interventi mai effettuati. I, sentenza n. Ne deriva che ai fini della configurabilità del delitto in questione occorre che l'attestazione resa dal pubblico ufficiale nella specie apposizione del timbro datario rientri tra le attribuzioni proprie del profilo professionale di sua pertinenza, nell'ambito dell'ufficio di appartenenza.

Arma dei Carabinieri

Nella fattispecie il soggetto agente era addetto all'ufficio competente al rilascio del libretto sanitario con funzioni di compilatore materiale dei libretti e spesso di dirigente in assenza del titolare.

Nella specie, la Corte ha rilevato che dalla iscrizione in detti elenchi, che postula la verifica di determinate condizioni, deriva per gli iscritti il diritto a beneficiare di tutta la previdenza ed assistenza prevista dalle relative norme in materia di assegni familiari, assistenza sanitaria, indennità di disoccupazione e analoghe provvidenze.

Unite , sentenza n. Fattispecie nella quale il certificato medico rilasciato all'esito della visita ed attestante che il paziente aveva un visus naturale di 10 su 10 era funzionale al conseguimento dell'attestato di idoneità, necessario alla assunzione del richiedente la visita come vigile urbano. Fattispecie relativa a pretesa falsità ideologica per induzione in errore, addebitata, in riferimento a domanda di trasferimento da docente, nella quale l'istante aveva dichiarato il possesso di titolo di precedenza, allegando il relativo documento giustificativo, sulla cui rilevanza ai fini dichiarati l'ufficio aveva omesso di esercitare i dovuti controlli.

Ne consegue che ricorre il delitto di cui agli articoli 48 e c. Nella specie le bollette doganali, relative all'importazione di banane da Paesi extracomunitari, riportavano falsamente come importatore non il nominativo del reale destinatario della merce, ma quello dell'intestatario del certificato di importazione, al fine di consentire al primo di godere del dazio di importazione agevolato spettante solo al secondo.

Fattispecie in cui gli imputati, pubblici dipendenti, si erano allontanati dal luogo di lavoro senza far risultare tale allontanamento, non dovuto a ragioni di servizio, attraverso la prescritta marcatura del cartellino.

A tal fine possono rilevare, accanto a condotte descrittive o constatative volte a rappresentare una distorta realtà fattuale, anche condotte di natura puramente valutativa ovvero prospettazioni fatte in assenza di parametri normativi predeterminati, quando le stesse provengano da soggetti la cui posizione istituzionale o le cui qualità professionali siano tali da suscitare ragionevole affidamento nel pubblico ufficiale.

Fattispecie relativa alla condotta del funzionario amministrativo di un Istituto scolastico consistita nel concorrere a formare un verbale in cui era stata fatta apparire come tenuta una riunione della giunta esecutiva dell'Istituto medesimo.

La Corte ha osservato che l'operatività dell'art. Fattispecie riguardante la attestazione, sul registro di classe, della assenza di alcuni alunni, dalla quale è stata ricavata la implicita attestazione della preventiva verifica della presenza degli altri e conseguentemente, data la falsità di tale ultima evenienza, la sussistenza del reato di cui all'art. In applicazione di tale principio, la Corte ha ritenuto corretta la decisione dei giudici di merito che aveva ravvisato la sussistenza del reato di cui all'art.

Fattispecie in cui la Corte ha riconosciuto la utilizzabilità di una relazione di servizio in cui l'agente aveva ricostruito, in modo difforme dal vero, circostanze di un incidente mortale che in seguito gli era stato addebitato, assieme alla falsità ideologica, a titolo di omicidio volontario. In applicazione di tale principio la S. Fattispecie nella quale la Commissione per l'accertamento degli stati di invalidità civile aveva attestato un grado di riduzione permanente della invalidità superiore a quello poi risultato effettivo, senza previa analisi strumentale e supporto documentale sanitario ossia senza aver fatto riferimento a parametri di legge o ad una prassi clinica incontroversa, cosicché la Corte ha affermato che i responsabili di tale scelta avevano accettato il rischio di non rispondenza al vero di quanto attestato.

Ne consegue che ogni falsa attestazione o alterazione di tali atti rende configurabili i delitti previsti dai citati articoli e c. Ne deriva che ogni falsa attestazione contenuta negli atti summenzionati rende configurabile, a carico del suo autore, il reato di falso ideologico di cui all'art. Nella fattispecie nel parere si attestava che la richiesta variante avrebbe implicato una diversa distribuzione interna dei piani dell'edificio, mentre dagli atti era poi emerso che la variante avrebbe in realtà comportato una diversa destinazione d'uso dei locali.

Ne consegue che un'inveritiera attestazione di consegna, anche solo in relazione a taluno degli immobili oggetto del contratto, realizza l'ipotesi di falso in atto pubblico di cui all'art. Ne consegue che il delitto di cui all'art. Nella specie la falsa attestazione è consistita nella sottoscrizione di un verbale nel quale si assume, contrariamente al vero, la presenza di tutti i componenti della commissione.

Nel caso di specie, la S. Ne consegue che integra il delitto di falso ideologico in atto pubblico art. Sulla base di tale principio la Corte ha ritenuto che riguardi un reato procedibile d'ufficio, e risulti dunque punibile indipendentemente dalla proposizione di querela per i fatti attribuiti al calunniato, la falsa accusa, rivolta ad un notaio, d'avere autenticato una sottoscrizione su foglio in bianco, solo in seguito abusivamente riempito da terzi.

Fattispecie in cui la Corte ha annullato senza rinvio la sentenza con la quale un notaio era stato condannato per il delitto ex art. Nel caso di specie la Corte ha rigettato i ricorsi degli imputati, direttori dei lavori di un complesso sportivo comunale polivalente, i quali procedevano alla realizzazione dei lavori contemplati in un progetto di variante da loro presentato e successivamente rigettato dal Coreco, omettendo di provvedere ad alcune opere previste nell'originario progetto.

Nella fattispecie la Corte ha ritenuto che si dovesse ravvisare il falso ideologico in atti pubblici nella delibera con cui i funzionari di una Usl avevano stipulato un contratto di leasing di macchine fotocopiatrici sulla base di offerte contraffatte.

Non è configurabile anche il delitto di peculato, in relazione al materiale e agli strumenti di cui illecitamente si è servito, difettando, a quest'ultimo proposito, o gli estremi dell'appropriazione, intesa come sottrazione della cosa alla possibilità di godimento e di disposizione da parte della stessa pubblica amministrazione, o l'oggetto stesso della appropriazione, a causa della totale mancanza o della estrema esiguità del valore della cosa.

Nella fattispecie, la Corte, rilevando che ai componenti della commissione veniva contestata la non corretta determinazione del grado di invalidità, e non la assoluta insussistenza della stessa, ha osservato che ad essi non poteva essere mosso il rimprovero di avere disatteso criteri di accertamento e valutazione normativamente predeterminati, ma quello di avere classificato la menomazione del paziente in un livello più elevato rispetto a quello effettivo.

Tale comportamento, eventualmente riconducibile, a seconda dei casi, ad altre fattispecie criminose, quali quella ex artt. Esso, al contrario, va sempre rigorosamente provato e va escluso tutte le volte in cui la falsità risulti essere oltre o contro l'intenzione dell'agente, come quando risulti essere semplicemente dovuta ad una leggerezza o ad una negligenza, non essendo previsto nel vigente sistema la figura del falso documentale colposo.

Nella specie la Corte ha ritenuto trattarsi di una negligente applicazione di una prassi amministrativa erronea, e non di falso, la condotta di un tecnico comunale che in più occasioni compilava un atto di consistenza con l'attestazione, non corrispondente al vero, della presenza del Sindaco. Devono infatti essere considerati tali, non solo gli atti destinati a spiegare efficacia nei confronti dei terzi, ma anche quelli meramente interni, formati dal pubblico ufficiale nell'esercizio delle sue funzioni, al fine di documentare fatti inerenti all'attività da lui svolta ed alla regolarità delle operazioni amministrative cui egli è addetto.

Diversamente se l'atto da compiere fa riferimento implicito a previsioni normative, che dettano criteri di valutazione, si è in presenza di quella che, in sede amministrativa, si denomina discrezionalità tecnica, la quale vincola la valutazione ad una verifica. In tal caso il P. Tale comportamento non integra neppure la figura del tentativo stante l'assoluta incompletezza del documento, e quindi la sua inidoneità attuale a fare pubblica fede di alcunché; difetta, inoltre, la direzione inequivoca della condotta, tale da denotare oggettivamente un'attitudine dei singoli moduli a realizzare un falso individuato.

Pertanto, l'attestazione, contraria al vero, che tale risultato è conseguito sulla base di elementi rispondenti a protocollo o a prassi consolidata, ed in quanto tali adeguati all'applicazione del parametro, integra gli estremi del reato di falso in atto pubblico previsto dall'art.

Fattispecie di annullamento con rinvio in relazione a falsa attestazione del grado di invalidità di un soggetto ed alla sua riconducibilità all'art. Pertanto, poiché con l'inserimento nella apposita apparecchiatura della scheda magnetica in sua dotazione, il dipendente attesta attività di natura pubblicistica, direttamente da lui compiuta ingresso nel luogo di lavoro , hanno sicuramente natura di atto pubblico tanto la suddetta scheda, quanto il tabulato riportante il risultato delle rilevazioni elettroniche del contenuto delle predette schede.

Fattispecie in cui la falsa attestazione da parte del tecnico comunale in ordine alla sussistenza dei presupposti legittimanti l'assunzione di lavori di somma urgenza, aveva reso possibile il conferimento dell'incarico a ben determinati soggetti privati, con loro vantaggio patrimoniale e con vantaggio non patrimoniale per gli amministratori, consistente nell'allargamento del consenso elettorale.

Nell'ipotesi, invece, di cui agli artt. La Corte Suprema ha ritenuto la configurabilità del reato di cui agli artt. Ne consegue che risponde di falso ideologico in atto pubblico, ai sensi del combinato disposto degli artt. Ne consegue che nell'ipotesi in cui il notaio falsamente attesti che il soggetto stipulante possiede i requisiti di legge in termini di capacità mentale è configurabile il delitto di falsità ideologica non con riferimento a questa dichiarazione, ma all'implicita attestazione, non rispondente al vero, di avere preventivamente svolto un'attività di accertamento o di controllo con le modalità previste dalla legge.

Pertanto a nulla rileva ai fini della sussistenza del reato che la immutatio veri sia stata commessa non solo senza l'animus nocendi vel decipiendi ma anche con la certezza di non produrre alcun danno, essendo sufficiente che la falsificazione sia avvenuta consapevolmente e volontariamente.

Fattispecie in tema di falso ideologico realizzato in una relazione di perizia da parte del responsabile di un ufficio tecnico comunale. Affermando il principio di cui in massima la Corte ha ritenuto integrato il reato di falso nelle non veritiere informazioni date in risposta al privato sulla conformità di un manufatto alle prescrizioni in materia urbanistica.

La Corte ha escluso che tale risposta potesse essere considerata alla stregua di un atto privato o anche di un certificato amministrativo, implicando non una mera attività di consultazione di atti preesistenti, ma una attività valutativa e ricognitiva realizzata, nel caso di specie, anche tramite un sopralluogo.

Fattispecie in tema di sequestro probatorio della patente di guida quale corpo di reato. Essa, secondo quanto previsto dal secondo comma dell'art. Solo la falsità in attestazione atipica, e cioè non consistente nell'attestazione di cui all'art.

Nella fattispecie, relative a false attestazioni da parte del direttore generale delle Ferrovie dello Stato, la Corte ha precisato che, per la corretta individuazione della nozione di atto pubblico, ai fini della configurabilità del reato di falso ideologico di cui all'art. Infatti, costituisce atto pubblico e, quindi, tutelato come tale, qualunque documento proveniente da un pubblico ufficiale nell'esercizio delle sue funzioni e destinato ad inserirsi con contributo di conoscenza o di determinazione in un procedimento della pubblica amministrazione.

Pertanto, qualora venga allegata, a corredo di una richiesta di concessione edilizia, una planimetria redatta da un professionista qualificato, che assolva alla funzione di fornire alla pubblica amministrazione un'esatta informazione sulla natura del terreno concernente l'erigendo manufatto, la medesima non potrà che essere ritenuta parte integrante dell'atto pubblico costitutivo del diritto di edificare; ne deriva che qualora detta planimetria rappresenti falsamente lo stato dei luoghi e l'amministrazione competente sia indotta in errore in ordine a tale situazione di fatto che, se fosse stata attestata conformemente al vero, avrebbe rappresentato un impedimento all'accoglimento della richiesta di concessione, il privato istante deve ritenersi punibile ai sensi dell'art.

Nella specie la Suprema Corte ha ritenuto corretta la configurabilità del delitto di falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, ex art. Un atto incompleto, firmato in bianco o non contenente tutte le indicazioni richieste per produrre effetti giuridici, necessarie ai fini del significato dell'atto e del suo valore probatorio, è privo di contenuto, del cosiddetto tenore di documento e non è suscettibile di apprezzamento penale per la non concludente indeterminatezza delle manifestazioni di verità.

Venendo in considerazione, peraltro, un reato istantaneo di pericolo, che non ammette un iter criminis, non è configurabile il tentativo neppure nella consegna dell'atto da parte del pubblico ufficiale al privato, in quanto la possibilità di agevole completamento è un'evenienza di consumazione che non serve a rendere penalmente rilevanti, sub specie di falso, gli atti preparatori anteriori.

In conseguenza, va qualificato, non come falso ideologico, ma come abuso di ufficio, per la parte che ha autonoma compiutezza storica e giuridica, il fatto del medico veterinario dell'unità sanitaria locale che, dovendo istituzionalmente eseguire controlli sulla carne commercializzata da un'azienda, sottoscrive e consegna all'imprenditore i moduli predisposti per le verifiche, senza data e senza indicazione dell'ora e del giorno del controllo e della qualità e quantità del bene da controllare, di guisa che il privato abbia la possibilità, in un momento successivo, specificando ad nutum le indicazioni genericamente riportate negli stampati, di fare apparire reali e positive le verifiche mai effettuate in ordine allo stato di conservazione della carne trasportata.

Affermando siffatti principi la Cassazione ha escluso la ricorrenza del reato di falso ideologico in una delibera comunale di variazione degli indici di fabbricabilità nella quale non si attesta alcuna mendace situazione atta a suffragarla, non essendo d'altro canto lo stesso condizionato dalla legge alla ricorrenza di specifici determinati presupposti. Nella fattispecie in questione l'assenza di interessi pubblici atti a legittimare la variazione è stata ritenuta rilevante ai fini della ricorrenza del reato di abuso di ufficio.

Nell'affermare il principio di cui in massima la Corte ha escluso che costituisse falso ideologico per omissione la mancata timbratura, da parte di un medico di una struttura pubblica, del cartellino segnatempo in occasione di temporanei allontanamenti dall'ospedale dovendosi ritenere ogni singola annotazione sul cartellino atto autonomo e non parte di un atto complessivo attestante la ininterrotta permanenza in ospedale del sanitario.

Deve piuttosto ritenersi che il documento rappresenti tanti distinti atti di attestazione, ciascuno relativo alle ore di ingresso e di uscita dall'ufficio, come dimostra il fatto che in alcuni pubblici uffici il funzionario è tenuto a compilare periodicamente schede riepilogative nelle quali attesta ex novo le ore di lavoro complessivamente prestate.

Ne consegue che la mancata timbratura del cartellino in occasione di un temporaneo allontanamento del funzionario non dà luogo alla reticente formulazione di un atto pubblico unitario, tale da tradursi in una falsa rappresentazione della realtà; ma è semplicemente l'omissione del compimento dell'atto, l'omissione di una delle molteplici autonome attestazioni che debbono essere documentate nel cartellino segnatempo.

Né rileva che il presupposto del documento possa essere altrimenti provato; invero l'art. Nella fattispecie si trattava di falso ideologico nel registro cronologico per i protesti cambiari, e la Suprema Corte ha ribadito la natura di atto pubblico di tale documento.

Fattispecie relativa al verbale di assemblea dei soci della Cassa rurale e artigiana di Riano. Fattispecie in tema di falsa attestazione compiuta da impiegati dell'Anas, sul modello cat. L'applicazione del principio di retroattività della legge penale più favorevole, sancito dall'art.

Esula quindi dall'istituto la successione di atti o fatti amministrativi che, pure influendo sulla punibilità o meno di determinate condotte, non implica una modifica della norma incriminatrice anche integrativa. Le trasformazioni che hanno interessato l'Azienda autonoma delle ferrovie dello Stato non hanno modificato la fattispecie incriminatrice descritta negli artt.

statino paga –

Le autorizzazioni amministrative, invece, sono atti che documentano quei negozi di diritto pubblico i quali rimuovono, temporaneamente o permanentemente, i limiti imposti dalla legge all'esercizio di un diritto soggettivo o a determinate attività dei singoli. Fattispecie relativa a certificato rilasciato da medico convenzionato con Usl, riconosciuto titolare di pubbliche funzioni nell'ambito del Servizio sanitario nazionale, sia pure in virtù di negozio di natura privatistica.

Alla stregua di queste considerazioni, la Suprema Corte ha ritenuto che l'eventuale falsità della diagnosi medica è sussumibile nella figura di reato di cui all'art. Fattispecie nella quale una persona novantenne aveva stipulato la cessione di quota ereditaria, essendo convinta di prestare il consenso per una fideiussione.

Tale ultima ipotesi ricorre soltanto ove le false dichiarazioni del privato siano integrate da un'attestazione del pubblico ufficiale sulla loro intrinseca rispondenza al vero, rientrandosi, invece nell'ambito delle fattispecie previste dagli artt. Tutte le ipotesi delittuose dalla norma previste si riferiscono all'attività di attestazione del pubblico ufficiale, ivi compresa la fattispecie relativa alla falsa attestazione di fatti dei quali l'atto è destinato a provare la verità, che riguarda fatti diversi da quelli compiuti dal pubblico ufficiale o avvenuti in sua presenza, ma in relazione ai quali rientra nella funzione del pubblico ufficiale di attestare la verità.

Fattispecie ex art. Integra, pertanto, il delitto di falso ideologico in atto pubblico art. Fattispecie relativa ad esame presso facoltà universitaria. Ma il significato stesso degli enunciati e delle parole dipende dall'uso che se ne fa, dalle azioni che con il parlare si compiono e dal contesto normativo dell'agire.

Non risponde, pertanto, del delitto di cui all'art. Tale attestazione, infatti, non implica necessariamente il riferimento a specifici accertamenti del pubblico ufficiale e ad un'indebita assenza dell'esecutato. Fattispecie nella quale l'attestazione suddetta era stata formulata dall'ufficiale giudiziario dopo aver constatato la mancanza di luce dall'esterno e la chiusura della porta d'ingresso dell'appartamento attraverso il portone a vetri dello stabile.

La Suprema Corte ha proceduto all'annullamento senza rinvio della sentenza di condanna, perché il fatto non sussiste. Appartengono, pertanto, alla categoria degli atti pubblici le bolle della pesatura pubblica formate dall'impiegato comunale, inerenti alla verifica ed alla certificazione del peso effettivo di determinate cose e fatti la pesatura dallo stesso conosciuti in maniera diretta. Fattispecie relativa al delitto ipotizzato dall'art.

Pertanto deve essere ritenuto responsabile del reato di falso ideologico in atto pubblico fidefacente l'agente di P. Alla stregua di tale principio è stato ritenuto colpevole del delitto previsto dagli artt. Il suddetto principio non riguarda invece i casi in cui il falso non sia stato scoperto ed abbia prodotto l'effetto di trarre in inganno; e nei quali, quindi, la realizzazione dell'evento giuridico esclude in radice l'impossibilità dell'evento dannoso o pericoloso di cui all'art.

Sulla base del principio suesposto la Suprema Corte ha escluso la sussistenza del vizio di violazione di legge in riferimento agli artt. Se l'atto - nella specie modulo in bianco recante la sola firma dell'imputato autocertificatrice della prestazione del lavoro straordinario ancora da eseguire - è rimasto nella disponibilità dell'imputato e non è affiorato nel mondo esteriore per conseguire gli effetti di cui sarebbe capace, ogni ipotesi di incriminazione viene meno, non essendosi realizzato l'evento: la soglia del momento consumativo sarebbe varcata solo se il foglio, dopo la firma, entrasse comunque nella disponibilità della pubblica amministrazione di cui l'imputato è dipendente.

Non rileva che il documento contenente la falsa attestazione non sia previsto da un'espressa norma che ne indichi i requisiti di forma, né che esso debba essere riprodotto in atti diversi e successivi. Nella fattispecie sono stati ritenuti atti pubblici i processi verbali nei quali erano documentate, per ciascuna seduta, le molteplici attività svolte da una commissione di concorso, pur se riprodotti successivamente in un apposito registro, integralmente o per estratto.

Nella specie l'indizio di colpevolezza dell'indagato era stato tratto dalla circostanza che questi, in quanto navigato uomo politico ed esponente particolarmente qualificato del proprio partito, non poteva prestare cieca fiducia negli attestati di legittimità apposti dai dirigenti amministrativi del comune.

Applicazione in tema di falsa attestazione di presenza in ospedale da parte di medico ospedaliero.

iCarabinieri: l’applicazione ufficiale dell’Arma dei Carabinieri | AppStore

Fattispecie in tema di falsità ideologica commessa da medici in una cartella clinica tenuta da una casa di cura convenzionata. Nella specie, relativa a ritenuta sussistenza del reato di falsità ideologica in atti pubblici, il ricorrente assumeva che, essendo la concessione edilizia un atto amministrativo complesso, costituito da componenti ricognitive ed autorizzative, le falsità ideologiche in essa contenute erano riconducibili all'ipotesi di cui all'art.

Fattispecie in tema di falsità ideologica in atti pubblici.

Restano, pertanto, al di fuori della fattispecie criminosa di cui all'art. Nella fattispecie il documento era stato rinvenuto all'interno del tiretto, chiuso a chiave, della scrivania di un pubblico dipendente, nei locali di un pubblico ufficio. Esso, al contrario, va sempre rigorosamente provato e va escluso tutte le volte in cui la falsità risulti essere oltre o contro l'intenzione dell'agente, come quando risulti essere semplicemente dovuta ad una leggerezza o ad una negligenza, non essendo prevista nel vigente sistema la figura del falso documentale colposo.

Fattispecie in tema di falsità ideologica di cui all'art. Pertanto nel caso in cui costui attesti, contrariamente al vero, che la compiuta ispezione consente di esprimere il richiesto giudizio di conformità, deve ritenersi integrato il delitto di cui all'art. Nella specie, relativa a ritenuta sussistenza di falso ideologico in atto pubblico, accertata la finalizzazione del visto alla successiva emissione di mandati di pagamento, la S. Più precisamente, le iscrizioni documentano la residenza anagrafica degli interessati, quale risulta accertata, indipendentemente dalla sua coincidenza con quella effettiva, sulla base delle loro dichiarazioni e dei controlli degli organi comunali o anche eventualmente sulla base delle sole indagini disposte di ufficio.

L'attestazione, inoltre, anche se materialmente eseguita da altri, è un atto del sindaco, appunto perché egli è l'organo che, in quanto ufficiale dell'anagrafe, è obbligato a provvedere alla regolare formazione e tenuta dei registri della popolazione. Nella specie è stato ritenuto il delitto di cui all'art.

La condotta criminosa, costituita dalla falsa attestazione, è scindibile in due momenti: l'attestazione del fatto non vero e l'occultamento di quello vero. Tra gli atti interni vanno annoverati anche i pareri espressi per iscritto da un organo della pubblica amministrazione nell'ambito della competenza specifica del proprio ufficio, tra i quali rientrano i pareri del tecnico comunale su un progetto edilizio fattispecie in tema di falsità ideologica in atto pubblico. III, 16 ottobre , n. Il reato di cui all'art.

Nel caso di specie, relativo ad un verbale di assemblea consortile nel quale era stata falsamente attestata la partecipazione dei rappresentanti di tutte le consorziate, la Cassazione ha ritenuto integrato il delitto di cui all'art. Esso è diretta espressione della funzione attestatrice dell'attività di accertamento compiuta dal sanitario ed ha, nel contempo, una funzione costitutiva, perché preordinato al rilascio dell'autorizzazione alla sepoltura, autorizzazione subordinata all'accertamento tecnico della morte ed alla verifica della inesistenza di condizioni che potrebbero giustificare, di fronte ad una sospetta causa di decesso, l'intervento dell'autorità giudiziaria.

Sotto tale profilo, il riconoscimento del carattere strumentale non ne comprime l'autonomia funzionale rispetto all'atto finale al quale è predisposto redazione dell'atto di morte da parte dell'ufficiale di stato civile distinguendosi da questo sia soggettivamente che oggettivamente.

Pertanto, l'aggiunta dell'esito non ha alcuna rilevanza giuridica, sicché le eventuali false dichiarazioni ad esso relative non costituiscono reato. Fattispecie relativa a ritenuta insussistenza di falso in atto pubblico a carico di ufficiale giudiziario che nel registro cronologico mod. C aveva aggiunto neg. Per tali ragioni, la dichiarazione con la quale il componente di una commissione di esame di maturità falsamente attesti fatti di cui l'atto è destinato a provare la verità, integra il reato p.

Nella specie l'imputato aveva, contrariamente al vero, dichiarato di non aver impartito lezioni private ai candidati esaminandi. Ne consegue che il verbale di consegna dei lavori effettuati è atto pubblico perché proveniente, nei contratti di appalto di opere pubbliche, da funzionari della P. Il limite è costituito solo dall'inesistenza dell'atto posto in essere dall'occasionale collaboratore; inesistenza che deve essere derivante dall'incompetenza assoluta ed oggettiva, che ricorre allorché l'organo o l'ente, in cui il soggetto estraneo ha operato, sia del tutto sfornito del potere di emettere l'atto.

Applicazione in tema di falsa attestazione di conformità di un fabbricato alle prescrizioni della legge-ponte da parte di un libero professionista all'uopo incaricato dal sindaco. Risponde, pertanto, del reato di cui all'art. Applicazione in tema di falsa attestazione di conformità di un fabbricato al progetto approvato con la concessione edilizia. Hai un dubbio o un problema su questo argomento?

Nome e Cognome. Dichiaro di aver letto e compreso le condizioni generali del servizio e autorizzo al trattamento dei miei dati leggi informativa. Desidero iscrivermi alla newsletter di informazione giuridica di Brocardi. Norma di riferimento: Articolo Codice penale - Falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici Quesito Q Solo dopo 10 anni il P.

A tutt'oggi il processo è ancora in atto dovrei il prossimo mese di giugno essere interrogato dal tribunale collegiale.

Tutte le categorie

Desidero conoscere,quando si prescrive questo reato. Tuttavia, non essendo al corrente degli atti interruttivi e sospensivi verificatisi nel corso del procedimento penale, per sapere il termine ultimo di prescrizione del reato nel caso specifico, bisogna far riferimento ai termini massimi di prescrizione.

Hai anche tu un problema legale su questo argomento? Fai subito la tua domanda alla nostra redazione giuridica. I venditori erano cittadini italiani. Il compratore cittadino U.

Il valore allora era di 2 milioni di lire.